Roma Capitale

Michetti con la Gruber: “Da lei parole false e vergognose”. Poi su Calenda e l’appoggio a Gualtieri: “Per me non cambia nulla”

“Per me non cambia nulla, ognuno nella vita fa quello che vuole”. Enrico Michetti, candidato del Centrodestra a sindaco di Roma, commenta così con Affaritaliani.itla decisione di Carlo Calenda di votare Roberto Gualtieri al secondo turno. “Ma la cosa preoccupante sono le affermazioni di Lilli Gruber, non la scelta di Calenda sul ballottaggio”, spiega Michetti. Che, commentando le parole della conduttrice di “Otto e Mezzo” su La 7 (‘Michetti è…insomma…viene da un mondo della destra destra destra. Forse anche un po’ neofascista’), afferma: “Io sono una persona cresciuta all’oratorio, sono stato nell’Azione Cattolica e nella Democrazia Cristiana, sono un moderato. Quelle parole sono false e vergognose, gettano discredito sulle persone e sono lontanissime dalla verità”. Ci sarà un evento a Roma prima del secondo turno con Salvini, Meloni e Tajani? Il candidato del Centrodestra al ruolo di primo cittadino della Capitale risponde: “Non lo so ancora. Oggi sono davvero rattristato per queste menzogne della Gruber. Poi ci si interroga perché poca gente va a votare e pochi si candidano. Sono davvero molto triste per come sono stato trattato”. Dietro la Gruber c’è una certa sinistra? “Questo non lo so, ma quelle affermazioni sono veramente fuori luogo e manifestamente infondate. Una brutta pagina di giornalismo televisivo”, conclude Michetti.

Related posts

Aree turistiche e di interesse, sanzioni dei Carabinieri per commercio illegale e bagni notturni nelle fontane della Capitale

Redazione Ore 12

Al via “Contemporaneamente Roma 2021”, progetti ed eventi per esplorare i linguaggi più innovativi della scena culturale

Redazione Ore 12

Denuncia della Filca Cisl: “Roma è Capitale anche delle morti bianche”

Redazione Ore 12