Politica

Nuovo Governo, le reazioni dei partiti. Delusione Meloni, entusiasmo Salvini e 5Stelle. Cauto ottimismo del Pd

“Le aspettative degli italiani sull’ipotesi di un governo dei ‘migliori’  si infrangono nella fotografia di un esecutivo di compromesso che rispolvera buona parte dei ministri di Conte”. Così la leader di FdI, Giorgia Meloni. Il M5s plaude alla nomina di Roberto Cingolani all’Ambiente e alla transizione ecologica: “Un profilo e un risultato fortemente voluto”. Ma andiamo per ordine.  Duro il commento della squadra formata da Mario Draghi, da parte della leader di Fratelli d’Italia: “Le grandi aspettative degli italiani sull’ipotesi di un governo dei ‘migliori’ in risposta all’appello del Capo dello Stato per fare fronte alla drammatica situazione dell’Italia si infrange nella fotografia di un Esecutivo di compromesso che rispolvera buona parte dei ministri di Giuseppe Conte”. Che poi chiosa:  “Sono convinta più che mai che all’Italia serva un’opposizione libera e responsabili”.
Soddisfazione del M5s – Buon lavoro al presidente Draghi e a tutto il governo. Un in bocca al lupo in particolare Luigi Di Maio, Stefano Patuanelli, Fabiana Dadone, e a Federico D’Inca’, ministro dei Rapporti con Parlamento. E poi un augurio al nuovo “super ministro” all’Ambiente e alla transizione ecologica, Roberto Cingolani. Un profilo e un risultato che abbiamo fortemente voluto. Adesso subito al lavoro!”. Così il M5S in un post sul suo account ufficiale. Secondo alcune fonti del Movimento, Beppe Grillo sarebbe particolarmente soddisfatto per la nomina di Cingolani che, stando alle stesse fonti, avrebbe lui stesso suggerito a Mario Draghi.
Soddisfazione dal leader della Lega: “Occuparsi di settori strategici per l’Italia come lo sviluppo economico, il turismo e il ministero per le disabilità è per noi motivo di orgoglio, impegno ed enorme responsabilità”. L’ex ministro dell’Interno del primo governo Conte non ha però nascosto il disappunto per la conferma di Roberto Speranza alla Salute e Luciano Lamorgese, proprio al dicastero che aveva presieduto. Non manca, però, l’impegno del segreatario del Carroccio al “lavoro di squadra”.
Cauto ottimismo dal Pd – Nicola Zingaretti augura “buon lavoro al nuovo Governo Draghi” che, dice, “sosterremo con lealtà e convinzione. Il leader del Partito democratico sottolinea però la mancanza di donne tra i ministri Pd: “In questi mesi, nel lavoro di ricostruzione del partito, abbiamo scommesso molto sulla valorizzazione della forza e della risorsa delle donne. Nella selezione della componente del Pd nel governo questo nostro impegno non ha trovato rappresentanza. Pur rispettando i criteri di autonomia dei ruoli farò di tutto perché questo si realizzi nel completamento della squadra di governo”. Infine RenziIl leader di Italia viva, da molti accreditato come l’autore della crisi del governo Conte bis che ha poi portato all’attuale compagine guidata da Draghi, commenta: “”Una squadra di alto livello, con alcuni ingressi di straordinario valore. Buon lavoro al Presidente Draghi e ai suoi ministri. Viva l’Italia”. 

Related posts

Letta: “Si va avanti con Draghi, di Quirinale si parla dopo la manovra”

Redazione Ore 12

Appello di Landini (Cgil) a Draghi: “Ci porti fuori dalla precarietà”

Redazione Ore 12

Lollobridida (FdI) sulla morte di Epifani : “Oggi la politica perde uno dei suoi protagonisti più preziosi”

Redazione Ore 12