Primo piano

Omeopatia, un vestito su misura

Carla De Benedictis ci racconta come funziona attraverso gli animali

 

Carla De Benedictis è medica veterinaria ad indirizzo sistemico. Diplomata in Omeopatia veterinaria, applica questa medicina come prima scelta terapeutica dal 2003 su cani, gatti, cavalli e animali da allevamento. È stata membro del CD della Fiamo (Federazione delle associazioni dei medici omeopati), relatrice a convegni nazionali e internazionali, docente e autrice di molti articoli di omeopatia e agroecologia. Ecco una breve scheda del libro dato alle stampe.

 

 

Il libro nasce dall’esigenza di spiegare i principi di omeopatia in maniera semplice e accessibile a

tutti. L’utilizzo di questa medicina è sempre più popolare tra i proprietari di animali che preferiscono

terapie non nocive alla salute o che provengono da percorsi di medicalizzazione e non sono più

disposti a proseguire per quella strada.

La materia si presenta complessa e anche coloro che si curano personalmente da anni, non hanno

una visione di insieme, non la conoscono, non sanno come un veterinario o un medico arrivano alla

prescrizione di un medicinale omeopatico.

Raccogliere la sfida ha significato rendere i concetti non solo semplici ma anche divertenti. Come?

Disegnandoli.

E’ nato così un libro non solo di agevole lettura, ma anche di osservazione dei disegni, ben 136, che

racchiudono un concetto.

La prima parte del libro si basa principalmente sui principi base dell’Omeopatia e sugli strumenti

che utilizza l’omeopata per arrivare a una diagnosi, cioè l’Organon, il testo base scritto dal

fondatore Samuel Hahnemann; poi la Materia Medica, i medicinali utilizzati e le loro funzioni e il

Repertorio, una sorta di elenco del telefono dei sintomi. Questo posto come inserto prima della

seconda parte.

La seconda parte è dedicata alla applicazione dell’Omeopatia negli animali, cosa cura e quali

specie. Come si effettua una visita omeopatica e cosa ne consegue.

Il libro può essere letto anche da un pubblico che non possiede animali, in quanto la metodologia

che si segue è la medesima.

Related posts

Mattarella: “Sulla pandemia è bene mantenere alta l’attenzione”

Redazione Ore 12

Crollo della gru a Torino, l’inchiesta va avanti. Sequestrata l’intera area dell’incidente

Redazione Ore 12

Uno studio dell’Università di Torino evidenzia come l’inquinamento e le polveri sottili impediscano la rigenerazione del tessuto nervoso

Redazione Ore 12