Primo piano

Omicidio alla stazione di Rimini. Anziano filippino assassinato con una coltellata alla gola

Omicidio alla stazione di Rimini. Un 74enne filippino è stato raggiunto da una coltellata alla gola ed è morto dissanguato. L’aggressore è fuggito con l’arma in sella a una bicicletta. Stando a quanto emerso, il delitto è avvenuto intorno alle 19.30 di domenica: la vittima probabilmente era in piedi appoggiato a un palo, verosimilmente in attesa del bus, quando è finito sotto la furia del suo aggressore. Secondo una prima ricostruzione il suo aggressore sarebbe arrivato dal parcheggio della stazione verso la fermata dell’autobus. Qui si trovava la vittima che sarebbe stata raggiunta alle spalle, forse mentre era in piedi vicino al palo della fermata. Un fendente gli avrebbe reciso la carotide senza dargli scampo. L’aggressore è stato visto scappare verso il porto canale in bicicletta, non è chiaro se della stessa vittima o meno, come invece era emerso in un primo momento. La polizia ha allertato anche i vigili del fuoco per aprire i cassonetti della stazione per cercare probabilmente l’arma del delitto, un coltello o un punteruolo. Sul posto il pm di turno Luigi Sgambati e il medico legale. Indaga la squadra mobile della Questura di Rimini. L’uomo dopo l’aggressione si sarebbe accasciato per poi cadere a terra. Secondo quanto si sta ricostruendo in questi minuti diverse persone passavano ma non avrebbero dato subito l’allarme. Ci sarebbero diversi testimoni che la polizia sentirà nelle prossime ore. Un mistero resta il movente.

Related posts

Travolge con il suv un’utilitaria, morte due giovani donne e due bimbe ferite

Redazione Ore 12

“Progetto Migranti”: un vasto partenariato di Fondazioni e Ong per rispondere all’emergenza

Redazione Ore 12

La Corte Costituzionale sentenzia: “Illegittima la censura sulla corrispondenza del detenuto in 41 bis con il suo difensore”

Redazione Ore 12