Esteri

Patrick Zaki resta in carcere. Altri 45 giorni di detenzione

Nulla da fare per Patrick Zaki, le autorità egiziane prolungano ulteriormente il periodo della sua detenzione: ancora altri 45 giorni di custodia cautelare. È quanto emerso da un’udienza tenutasi ieri. La comunicazione ufficiale era attesa per domani, ma la ONG per cui lavorava Zaki (EIPR, l’Iniziativa egiziana per i diritti personali) ne ha anticipato i contenuti via social media. Il ricercatore 28enne era stato bloccato nel febbraio dell’anno scorso all’aeroporto del Cairo, in quanto sospettato di istigazione al rovesciamento del regime al potere. Il ricercatore e attivista frequentava un master in studi di genere all’università di Bologna.  Amnesty International Italia ha subito reagito affermando che c’è accanimento nei confronti del giovane e teme che vi sia la volontà di tenerlo in carcere per un altro anno. A livello internazionale era stata lanciata una campagna di pressione per il suo rilascio.

Related posts

Assalto al Congresso Usa, vanno a giudizio anche sei stretti collaboratori di Trump

Redazione Ore 12

+++ Russia: Lituania, Estonia e Lettonia espellono diplomatici di Mosca +++

Redazione Ore 12

Lagarde (Bce): “Stop al QE nel terzo trimestre e poco dopo il rialzo dei tassi”

Redazione Ore 12