Regioni

Piemonte, sgravi per le imprese che assumono donne

Le imprese pubbliche e private piemontesi con meno di 100 dipendenti che assumono donne avranno uno sconto del 50% dell’Irap per tre anni. Questa la maggiore novità della legge sulla parità retributiva tra uomini e donne ‘Disposizioni per la promozione della parità retributiva tra i sessi e il sostegno all’occupazione femminile stabile e di qualità’, approvata all’unanimità in Consiglio regionale. La legge introduce in Piemonte il Registro regionale delle imprese virtuose in materia retributiva. A queste imprese la Regione riconoscerà una apposita ‘Certificazione di pari opportunità di lavoro in ordine alla parità retributiva tra i sessi e alla promozione delle pari opportunità di lavoro” e saranno destinatarie di benefici economici. La norma contiene alcune misure per contrastare l’abbandono lavorativo delle donne, in particolare il fenomeno delle dimissioni in bianco e il licenziamento delle donne nel periodo compreso tra il congedo di maternità obbligatorio e il primo triennio dopo il parto. L’articolo 5 introduce misure che favoriscono le imprese che assumono donne con contratti di lavoro subordinato a tempo indeterminato: riduzione Irap del 50% per tre anni e un migliore punteggio nella valutazione dei progetti presentati per i bandi regionali. La Giunta regionale ha 60 giorni per emanare il regolamento attuativo della nuova legge.

Related posts

Cinque milioni di euro di risparmi restituiti dal Consiglio regionale del Piemonte

Redazione Ore 12

Trieste, giovani in campo per pulire le spiagge del Wwf

Redazione Ore 12

Progetto ‘Salute in movimento’ a scuola per prevenzione bimbi

Redazione Ore 12