Primo piano

Posti di lavoro a peso d’oro

Studio Cgia di Mestre sul Reddito di cittadinanza – Ogni nuovo occupato è costato allo Stato 52mila euro, esattamente il doppio di quanto spende un imprenditore privato

Ogni posto di lavoro “creato” con il Reddito di Cittadinanza (RdC) è costato allo Stato almeno 52 mila euro. Oltre il doppio di quanto spende annualmente un imprenditore privato per un operaio a tempo indeterminato full time che, mediamente, costa attorno ai 25 mila euro. A questa conclusione è giunta un’analisi realizzata dall’Ufficio studi della CGIA. Come si è arrivati a questo risultato ? A fronte di poco più di un milione di persone in difficoltà economica che, titolari del reddito di cittadinanza, hanno manifestato la disponibilità a recarsi in ufficio o in fabbrica, gli ultimi dati disponibili ci dicono che solo 152 mila hanno trovato un posto di lavoro grazie al sostegno dei navigator. Ipotizzando che i titolari del RdC lo abbiano ricevuto per almeno un anno prima di entrare nel mercato del lavoro, percependo così quasi 7 mila euro, possiamo approssimativamente stimare che l’Inps abbia sostenuto, per questi 152 mila nuovi occupati, una spesa di 7,9 miliardi di euro, pari a poco più di 52.000 euro se rapportata a ogni singolo neoassunto. Un costo che appare eccessivo per un numero così limitato di persone entrate nel mercato del lavoro grazie al RdC.

Related posts

Parma prima città per qualità delle vita e Crotone ultima

Redazione Ore 12

Monitoraggio del moto ondoso, posizionata al largo di Mazara del Vallo una boa idrometrica. Progetto Ispra-Regione Siciliana-Università di Palermo

Redazione Ore 12

Pompei restituisce una nuova meraviglia. Un carro da cerimonia praticamente integro

Redazione Ore 12