Roma Capitale

Proseguono nella Capitale le attività della Polizia di Stato volte al contrasto dei reati legati allo spaccio

Sono 6 le persone arrestate poiché gravemente indiziate di detenzione ai fini di spaccio di sostanze stupefacenti

Prosegue senza sosta l’attività della Polizia di Stato per la prevenzione e la repressione del reato di detenzione e spaccio di sostanze stupefacenti. Controlli dedicati in tutte le zone della Capitale. Gli agenti del IX Distretto Esposizione, durante un servizio mirato alla repressione dello spaccio di sostanze stupefacenti, hanno notato in via Domenico Giuliotti un andirivieni di persone che bussavano alla porta d’ingresso di un locale commerciale.  Una volta entrati all’interno, i poliziotti hanno rinvenuto, sul tavolo della cucina, materiale per lo spaccio di sostanza stupefacente, 2 bilancini di precisione e sostanza da taglio. All’interno dell’abitazione vi era un 33enne romano il quale ha riferito agli agenti di aver occultato le singole dosi di sostanza stupefacente all’interno del bagno posto al piano superiore del locale, dove sono stati rinvenuti 9 involucri contenenti 3 grammi di cocaina. L’uomo, inoltre, è stato trovato in possesso di 430,00 euro in contanti, probabile frutto dell’attività illecita. A seguito di convalida per l’uomo è stata disposta la misura dell’obbligo di presentazione alla P.G.. I poliziotti del III Distretto Fidene – Serpentara, nel corso dei servizi mirati alla repressione del fenomeno dello spaccio di stupefacenti nel quartiere Montesacro, hanno notato un’autovettura dalla quale, poco dopo, scendeva un trans. Lo stesso è stato visto riporre qualcosa all’interno della tasca dei pantaloni per poi allontanarsi a piedi nei cortili dei condomini popolari della zona, mentre l’autovettura riprendeva la marcia. Gli agenti, insospettiti da tale situazione, hanno deciso di procedere al controllo degli occupanti dell’autovettura, un 20enne e un 24enne entrambi italiani, successivamente fermati in via Monte Massico. La perquisizione personale del 20enne ha permesso di rinvenire 20 involucri,  per un peso complessivo di 18,26 grammi di cocaina e all’ interno del suo portafogli, la somma in denaro di euro 965,00, suddivisa in banconote di vario taglio. Anche la perquisizione personale del 24enne ha permesso di trovare 20 involucri di droga per un peso complessivo di 19 grammi di cocaina. I due sono stati arrestati e l’arresto è stato convalidato.Gli agenti del commissariato Porta Maggiore nel corso del regolare servizio di pattugliamento finalizzato alla prevenzione e repressione dei reati, nel transitare in via dell’Acqua Bullicante hanno notato un 23enne della Guinea che, alla vista dei poliziotti, ha cercato di allontanarsi al fine di eludere il controllo, per poi darsi ad una precipitosa fuga in direzione di Via Roberto Malatesta. Inseguito dagli agenti, si è rifugiato all’interno di un supermercato e una volta fermato è stato trovato in possesso di 1,30 grammi di marijuana, 7,30 grammi di hashish e 283,00 euro. A seguito di convalida dell’arresto per l’uomo è stata disposta la misura cautelare dell’obbligo di presentazione alla P.G. Durante un servizio mirato alla prevenzione e repressione dei reati di spaccio di stupefacenti, la Squadra Giudiziaria del commissariato Tor Carbone ha arrestato in flagranza  3 persone, 2 italiani e una originaria delle Filippine. 2. In particolare i poliziotti, dopo aver appreso di un’attività di spaccio presso l’abitazione di uno di essi (peraltro sottoposto agli arresti domiciliari) e dove erano presenti anche gli altri 2 soggetti, hanno eseguito una perquisizione domiciliare rinvenendo e sequestrando 7 involucri contenenti sostanza stupefacente del tipo “shaboo”, un bilancino di precisione, 2 “trita erba”, contanti per la somma di 175 euro e 2 telefoni usati per l’attività di spaccio.

Gli arresti sono stati convalidati e nei confronti del 30enne è stata disposta la misura degli arresti domiciliari.

 

 

Related posts

Servizio Civile Digitale e Servizio Civile Ambientale, online il Bando per l’Anno 2022

Redazione Ore 12

Il Consiglio regionale del Lazio primo in Italia a ricevere il certificato anticorruzione e qualità delle procedure

Redazione Ore 12

ANAGRAFE, CATARCI: OK A CONVENZIONE PER SERVIZIO DI RILASCIO DELLE CERTIFICAZIONI NELLE EDICOLE

Redazione Ore 12