Covid

Quinta devastante ondata di Covid in Iran. Scatta il lockdown in molte città

La quinta, devastante ondata di Covid-19 in Iran ha indotto a imporre nuove restrizioni in diverse città del Paese. E’ la variante Delta che alimenta il timore di una nuova devastante crisi.
L’Iran, che ha giò dovuto fronteggiare la peggiore epidemia in tutto il Medio Oriente, ha adesso nuovamente ordinato la chiusura di tutte le attività non essenziali in 275 città compresa Teheran.
Le attivita’ essenziali sono tutte quelle che soddisfano i bisogni primari della popolazione:
i negozi di alimentari, i centri sanitari, le banche, i trasporti pubblici, le grandi fabbriche e i laboratori di produzione e costruzione.
Gli esperti ritengono che nonostante circoli anche la variante beta (quella sudafricana) l’accelerato aumento dei contagi nelle città in stato di massima allerta e del numero di pazienti ricoverati sono la prova dell’espansione della variante Delta.
Intanto il governo ha vietato l’ingresso in Iran da 12 Paesi che hanno varianti mutate e ha aumentato le restrizioni ai passeggeri in arrivo da altri 24 Paesi che hanno alti tassi di coronavirus nei loro territori.
Quanto ai vaccini, nonostante si parli di progressi nelle sperimentazioni cliniche di diverse piattaforme vaccinali e anche due di essi -il Coviran Barekat (di produzione locale) e il cubano Soberana 02- abbiano ricevuto le licenze per l’uso di emergenza, non ci sono ancora dati sufficienti sui livelli di vaccinazione della popolazione.

Related posts

Tre zone rosse in Sicilia per un’impennata di contagi

Redazione Ore 12

L’Iss rilancia l’appello sulla prevenzione: “Distanze di almeno due metri tra le persone”

Redazione Ore 12

AstraZeneca, il Cts pronto a cambiare strada. La decisione nelle prossime ore

Redazione Ore 12