Primo piano

Rifiuti elettronici, con l’EcoIsola nel 2020 raccolte 15 tonnellate di cellulari, frullatori e lampadine

La raccolta di prossimità dei rifiuti elettronici continua a dare risultati: sono quasi 15 le tonnellate di RAEE (rifiuti da apparecchiature elettriche ed elettroniche) che sono state conferite nelle EcoIsole di Ecolight l’anno scorso. Il consorzio nazionale per la gestione di RAEE, pile e accumulatori, anche nel 2020 ha continuato a sostenere il progetto per incrementare la raccolta di piccoli elettrodomestici e lampadine non più funzionanti. Le 33 EcoIsole, posizionate in corrispondenza di grandi strutture commerciali e in luoghi a elevata frequentazione, hanno permesso di intercettare oltre 13 tonnellate tra frullatori, tablet e cellulari, e più di una tonnellata e mezza di sorgenti luminose a risparmio energetico e neon. Permettendo così di avviare a recupero 7 tonnellate di metalli e 4 di plastica. Nei dodici mesi, nonostante il lockdown, non è calata l’attenzione all’ambiente. «Abbiamo registrato per ciascuna postazione, mediamente quasi due conferimenti al giorno per un peso di circa un chilo e mezzo l’uno». Lo dichiara il direttore generale di Ecolight Giancarlo Dezio. Rispetto agli anni precedenti però – aggiunge -, i volumi di raccolta si sono quasi dimezzati. «Per aumentare la raccolta dei rifiuti elettronici e quantomeno avvicinarci agli obiettivi europei – conclude -, la strada da fare è ancora lunga: occorre aumentare la sensibilità ambientale per una tipologia di rifiuti che ha elevate percentuali di recupero. Infatti i piccoli elettrodomestici, che sono anche quelli più difficili da intercettare, sono riciclabili per oltre il 90% del loro peso. Non certo secondo, è necessario intervenire sui canali illegali e non autorizzati di gestione che sottraggono alla filiera RAEE oltre un terzo dei rifiuti». 

Related posts

Greenpeace: “Il nucleare in Francia è un problema anche per l’Italia”

Redazione Ore 12

Lutto per la musica italiana, si è spento Franco Battiato

Redazione Ore 12

C’è poco tempo per salvare il mondo

Redazione Ore 12