Economia e Lavoro

Rinnovabili, malgrado la pandemia crescita imponente

Nel 2020 le rinnovabili elettriche, come eolico e solare, sono cresciute al ritmo più veloce mai registrato da 20 anni, dall’inizio degli anni 2000 quindi, e sono destinate ad espandersi nei prossimi anni a un ritmo molto più rapido rispetto a quello toccato prima della pandemia. La crescita in Europa e negli Stati Uniti sarà ancora più vivace di quanto previsto in precedenza, compensando il temporaneo rallentamento temporaneo della Cina dopo l’eccezionale crescita del 2020. Lo spiega il rapporto ‘Renewable energy market update Outlook for 2021 and 2022’ dell’International Energy Agency, l’Agenzia internazionale dell’energia, diffuso oggi. Secondo l’analisi di mercato della IEA secondo la quale “la capacità di elettricità rinnovabile aggiunta nel 2020 è aumentata del 45% toccando i 280 GigaWatt, il piu’ grande aumento anno su anno dal 1999″.
Si tratta di una potenza aggiuntiva uguale al totale della capacita’ installata dai Paesi ASEAN, l’Associazione delle Nazioni del Sud-est asiatico, delle 10 dinamiche economie dell’area. Non si tratta di un risultato dettato da condizione uniche e irripetibili, infatti prosegue l’IEA “l’aumento nel 2020 e’ destinato a diventare la ‘nuova normalita con circa 270 GW di capacità rinnovabile che verra’ aggiunta nel 2021 e quasi 280 GW nel 2022, nonostante il rallentamento in Cina seguito a un eccezionale livello di incrementi lo scorso anno“. Le previsioni sono state riviste al rialzo di oltre il 25% rispetto alle precedenti stime dell’Agenzia di novembre, poichè “i governi di tutto il mondo hanno messo all’asta livelli record di capacità rinnovabile e le aziende hanno firmato accordi di acquisto di energia a livelli senza precedenti, anche se la pandemia ha diffuso incertezze macroeconomiche e ha ridotto la domanda”. La Cina è al centro della domanda e dell’offerta globale di rinnovabili, rappresentando circa il 40% della crescita globale della capacità rinnovabile per diversi anni. Gli impianti solari fotovoltaici continueranno a battere nuovi record, con incrementi annuali che si prevede raggiungano gli oltre 160 GW entro il 2022. Si tratterebbe di un livello di quasi il 50% superiore a quello raggiunto nel 2019, prima della pandemia, “confermando la posizione del solare come ‘nuovo re’ di mercati globali dell’elettricità”, avverte l’Agenzia internazionale dell’energia.

Related posts

Economia verso un forte rimbalzo

Redazione Ore 12

Cia sulla legge sul biologico: “Bene l’approvazione alla Camera, ora l’approvazione in via definitiva entro fine legislatura”

Redazione Ore 12

Lampadine led, lavatrici piene e tv mai in stand-by: come risparmiare il 34% sulle bollette

Redazione Ore 12