Esteri

RussiaVsUsa, segnali di Biden al suo avversario del Cremlino Putin

(Red) Prima dell’incontro con Putin il presidente americano Biden (nella foto insieme in un predente incontro) ha fissato alcuni punti e mandato segnali al suo avversario al Cremlino. Gli Usa non cercano il conflitto con la Russia, ma risponderanno se Mosca continuerà le sue attività ostili. Lo ha detto Joe Biden dopo il vertice Nato a Bruxelles. Il presidente Usa ha aggiunto che metterà in chiaro con Vladimir Putin che ci sono “linee rosse” che non si possono superare. Secondo Biden, ad esempio, “la morte di Alexey Navalny sarebbe una tragedia, mostrerebbe che la Russia non vuole seguire le norme internazionali”. Ma a parlare è stato anche il Segretario generale delle Nato Stoltenberg: “In un’epoca di competizione globale e in un momento in cui regimi autoritari come Russia e Cina sfidano l’ordine internazionale tutti i leader hanno concordato che l’Europa e il Nord America devono restare uniti nel segno dell’Alleanza, “per difendere i nostri valori e i nostri interessi”. Preoccupa soprattutto la Cina, con il suo avvicinamento ai Paesi occidentali, la crescita costante della sua sfera di influenza, con investimenti non solo in Africa ma anche in infrastrutture strategiche in Europa. E nei settori informatici, nello sviluppo del 5G e di sistemi sofisticati anche di intelligenza artificiale, nelle mire di sfruttamento dell’Artico e nello spazio. Se, tuttavia, stando alle parole di Stoltenberg, i rapporti della Nato con la Russia hanno raggiunto il punto più basso dalla guerra fredda, con la Cina bisogna mantenere aperto il dialogo. In un mondo più competitivo serve insomma una nuova strategia”. Nella giornata di mercoledì l’atteso vertice tra Putin e Biden. Non sono previsti orari quanto alla durata dell’incontro, quello che è certo è che al centro dei colloqui ci sarà un tentativo di rilancio nei rapporti e in agenda non sono esclusi anche accordi su scambi di prigionieri, considerati spie dai due Paesi.

Related posts

Da Taiwan ne sono certi: “Dopo l’Ucraina difficile un attacco cinese”

Redazione Ore 12

Crolla in Cina la produzione industriale, dati inferiori alle attese. Crescita ferma a uno striminzito 4,9%

Redazione Ore 12

La Corea del Nord ha confermato il lancio di un missile sperimentale intercontinentale

Redazione Ore 12