Politica

Salvini e il nuovo Governo: “Se le idee coincidono con le nostre noi ci siamo”

“Noi andremo a parlare con Draghi senza pregiudizi, senza porre veti. Se le nostre idee coincidono con quelle del professor Draghi, noi ci siamo. Se le idee sono prevalenti quelli dei ‘no’ e di Grillo noi diamo una mano serenamente dall’opposizione”. Lo ha detto ieri sera il leader della Lega, Matteo Salvini, nel corso di speciale TG3. “La Lega è a disposizione ma noi ci mettiamo la faccia se possiamo fare le cose”. “Il momento è tale per cui servono le energie di tutti, e quindi noi siamo a disposizione a metterci in gioco, basta che ci sia una idea di Italia condivisa, sullo sfondo ovviamente – ha sottolineato Salvini – le elezioni sono qualcosa che in democrazia non si possono eliminare a prescindere”. La Lega entrerà nel governo Draghi? “Per far cosa? Con chi? – ha risposto Salvini -. Le emergenze degli italiani sono salute, lavoro e scuola… Noi con Draghi parleremo di vita reale, di pensioni, la difesa di quota 100, il cui rinnovo l’anno prossimo costa zero”. “Noi diremo sì o no in base a quello che verrà fuori dalla discussione con Draghi – ha proseguito il leader della Lega – Per noi essere al governo non è un fine, per noi è un mezzo per realizzare dei progetti. Quindi noi non poniamo condizioni, abbiamo una idea di Italia che è diversa da quella di Grillo, dei 5 Stelle. Io non posso stare assieme con chi vuole tassare i risparmi degli italiani. Dovrà essere Draghi a scegliere i suoi progetti. Noi siamo a disposizione, non diciamo né sì né no a priori. Siamo molto concreti”.

Related posts

Rai, chiusa la partita delle nomine

Redazione Ore 12

Dad, il Governo fa marcia indietro. Non si torna a far lezione da casa se c’è un solo contagio per classe

Redazione Ore 12

A scuola da Berlusconi

Redazione Ore 12