Roma Capitale

Serie di blitz antidroga dei Carabinieri a Roma, in manette dieci persone

Nelle ultime 48 ore, una serie di blitz antidroga dei Carabinieri del Comando Provinciale di Roma hanno portato all’arresto di dieci persone e centinaia di dosi di droga tra cocaina, shaboo, hashish e anfetamine. I Carabinieri della Stazione Roma Montespaccato hanno arrestato un 30enne romano, con precedenti, che, fermato per un controllo in via Costanzo Guglielmi, è stato trovato in possesso alcune dosi di cocaina. La successiva perquisizione alla sua abitazione ha portato al sequestro di ulteriori 4 g della stessa sostanza stupefacente, 650 euro in contanti e un bilancino di precisione.  I Carabinieri del Nucleo Operativo della Compagnia Roma Trionfale hanno arrestato due cittadini delle Filippine: un 59enne, già noto alle forze dell’ordine, sorpreso a cedere ad un connazionale due dosi di shaboo e trovato in possesso in totale di 6 g di droga e 295 euro, ritenuti provento dello spaccio; un 32enne “pizzicato” con 5 g di shaboo e 300 euro nascosti nella tasca interna del giubbotto.   In via Ponte Salario, un 50enne romano è stato arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Viale Libia perché trovato in possesso di 8 g di cocaina nascosti all’interno della tasca dei pantaloni. La successiva perquisizione della sua autovettura parcheggiata nella stessa via, ha permesso ai Carabinieri di rinvenire e sequestrare altre 4 dosi della stessa droga. I Carabinieri della Stazione Roma Bravetta, invece, nel corso di una notifica di alcuni atti nei confronti di un 51enne romano presso la sua abitazione in via del Fontanile Arenato, lo hanno trovato in compagnia di un 28enne romeno, già noto per precedenti di droga e hanno deciso di eseguire una verifica. A seguito delle perquisizioni personali e domiciliare, i Carabinieri hanno sequestrato 6 g di anfetamine, 6 g di hashish, 2 flaconi di anabolizzanti (testosterone e methandienone) e denaro in contante, ritenuto provento di attività illecita. I due sono stati arrestati e sono stati sottoposti agli arresti domiciliari, in attesa del rito direttissimo. Infine, a Tor Bella Monaca, i Carabinieri della Compagnia di Frascati e della locale Stazione hanno arrestato 4 persone: un 33enne romano trovato in possesso di 9 dosi di cocaina in piazza Scozza; un 40enne egiziano trovato con 22 dosi di cocaina, un 18enne romano trovato con alcune dosi di hashish e un 31enne tunisino trovato in possesso di 33 dosi di cocaina, tutti notati mentre si aggiravano in note piazze di spaccio di via dell’Archeologia. 

Related posts

Meloni su Michetti candidato: “Non impongo nessuno, ma chiudiamo”

Redazione Ore 12

Vanta un credito per la vendita di droga e rapina il debitore della sua auto. Pusher arrestato dai Carabinieri a Tor Bella Monaca(Red) Un credito di droga che non era ancora riuscito ad incassare era un “buon” motivo per rapinare il debitore dell’autovettura. E’ quello che deve aver pensato un cittadino nigeriano di 27 anni che è stato poi identificato e arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Tor Bella Monaca. L’uomo, la sera del 25 luglio, è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto con l’accusa di rapina e da ieri, dopo la convalida da parte dell’Autorità Giudiziaria, si trova nel carcere di Civitavecchia. Il fermo del 27enne, senza fissa dimora e con precedenti, è scaturito a seguito della denuncia presentata da un 25enne romano che, convinto dai genitori disperati per quei debiti di droga e per problematiche dipendenti dalle sue frequentazioni, ha riferito ai Carabinieri che quando si è recato in via dell’Archeologia per incontrare il suo “fornitore” di droga, questi, dopo aver lamentato il mancato pagamento di un vecchio debito di alcune centinaia di euro, lo ha rapinato dell’autovettura, intestata alla madre. I Carabinieri della Stazione Roma Tor Bella Monaca, acquisite tutte le informazioni e la descrizione del malvivente, hanno iniziato a ricercarlo con mirati servizi di osservazione, controllo e pedinamento. Poco dopo, i militari hanno localizzato l’autovettura rapinata e, poco distante, hanno bloccato il 27enne nigeriano che, nelle tasche dei pantaloni, custodiva proprio la chiave dell’auto della vittima, che è stata recuperata e riconsegnata alla legittima proprietaria.(Red) Un credito di droga che non era ancora riuscito ad incassare era un “buon” motivo per rapinare il debitore dell’autovettura. E’ quello che deve aver pensato un cittadino nigeriano di 27 anni che è stato poi identificato e arrestato dai Carabinieri della Stazione Roma Tor Bella Monaca. L’uomo, la sera del 25 luglio, è stato sottoposto a fermo di indiziato di delitto con l’accusa di rapina e da ieri, dopo la convalida da parte dell’Autorità Giudiziaria, si trova nel carcere di Civitavecchia. Il fermo del 27enne, senza fissa dimora e con precedenti, è scaturito a seguito della denuncia presentata da un 25enne romano che, convinto dai genitori disperati per quei debiti di droga e per problematiche dipendenti dalle sue frequentazioni, ha riferito ai Carabinieri che quando si è recato in via dell’Archeologia per incontrare il suo “fornitore” di droga, questi, dopo aver lamentato il mancato pagamento di un vecchio debito di alcune centinaia di euro, lo ha rapinato dell’autovettura, intestata alla madre. I Carabinieri della Stazione Roma Tor Bella Monaca, acquisite tutte le informazioni e la descrizione del malvivente, hanno iniziato a ricercarlo con mirati servizi di osservazione, controllo e pedinamento. Poco dopo, i militari hanno localizzato l’autovettura rapinata e, poco distante, hanno bloccato il 27enne nigeriano che, nelle tasche dei pantaloni, custodiva proprio la chiave dell’auto della vittima, che è stata recuperata e riconsegnata alla legittima proprietaria.

Redazione Ore 12

Bracciano, velista disperso per la bonaccia recuperato dai Carabinieri al centro del lago di Bracciano

Redazione Ore 12