Politica

Shock Lega a Napoli, il Tar esclude la lista di Salvini dalla competizione elettorale. Ricorso al Consiglio di Stato

Il Tar ha bocciato il ricorso delle lista “Prima Napoli”, che rappresenta la Lega sulla scheda elettorale per il Comune di Napoli per le votazioni del 3 e 4 ottobre. La ricusazione era stata decisa dalla commissione elettorale per mancanza di documentazione. “Prima Napoli” è pronta a ricorrere al Consiglio di Stato. Catello Maresca, candidato sindaco per il centrodestra, dovrà dunque fare a meno di tale lista. Il Tar della Campania ha poi bocciato anche il ricorso delle due liste civiche “Catello Maresca” e “Catello Maresca sindaco”. Accolto invece quello presentato dalla candidata sindaco Alessandra Clemente. Le liste ricusate adesso potranno ricorrere al Consiglio di Stato, che metterà la parola fine a questo braccio di ferro legale. Sotto l’aspetto politico, se Maresca dovesse correre ‘azzoppato’ delle sue due civiche, oltre a dover far meno in coalizione della lista della Lega, Prima Napoli, e della civica Animalisti 4 zampe, si aprirebbe un’autostrada per l’ex sindaco Antonio Bassolino, che potrebbe così avere vita facile nel recuperare i punti di svantaggio (stando agli ultimi sondaggi) rispetto a Maresca per l’accesso al ballottaggio. “I partiti ora si devono organizzare bene, fare quadrato e andiamo avanti uniti”, afferma a LaPresse Giuliano Annigliato, presidente di Essere Napoli, lista civica in coalizione con il candidato sindaco di centrodestra Catello Maresca.

Related posts

Dl Semplificazioni, Di Maio: “Sburocratizzare le procedure superflue, ascoltiamo i Sindaci”

Redazione Ore 12

Bologna, alle Primarie del centrosinistra vince Lepore. Sconfitta con onore la candidata di Italia Viva

Redazione Ore 12

Letta di nuovo contro Salvini: “Con le sue ricette oggi staremmo peggio”

Redazione Ore 12