Esteri

Siria, Russia: attacco di Mosca in zone sotto influenza Turchia

Aerei da guerra del Cremlino hanno attaccato in mattinata, con missili aria-terra, postazioni di miliziani anti-governativi, colpendo in particolare i distretti inclusi nella tregua raggiunta nel 2020 tra la Russia e la Turchia.
Lo riferisce l’Osservatorio nazionale per i diritti umani in Siria. La zona, interessata dalle ostilità, è quella di Daret Izza, a ovest di Aleppo ed è fuori dal controllo dell’ esercito di Bashar al – Assad. L’ area è di fatto sotto l’ influenza diretta della nazione della Mezzaluna, anche se il territorio è in mano a gruppi armati vicini ai servizi di sicurezza di Ankara. L’ azione dei jet di Vladimir Putin è giunta poche ore dopo l’ incontro tra lo Zar e il suo omologo di Damasco.
L’ alleanza tra i due governi prosegue dal 1971 e viene contestata, dal 2011, dall’ Occidente.

Putin ad Assad: “Problema presenza forze straniere senza ok governo Damasco”

“Ritengo che il problema principale sia il fatto che alcune forze armate straniere, senza l’autorizzazione delle Nazioni Unite nè la vostra approvazione, siano ancora presenti in aree divise del Paese. Ciò va evidentemente contro il diritto internazionale e impedisce a voi di procedere con gli sforzi per il consolidamento del Paese e per la sua ripresa a un ritmo che sarebbe possibile se il governo legittimo controllasse tutto il territorio”. Queste le parole di, Vladimir Putin rivolgendosi all’ omologo siriano, Bashar al – Assad, al termine del colloquio avvenuto nelle ultime ore al Cremlino.

Related posts

Giorno della Memoria, Netanyahu: “Mai più. Questa la missione di Israele”

Redazione Ore 12

Germania, il bilancio è sempre più tragico, oltre 130 le vittime. Grave la situazione in Belgio, Paesi Bassi e Lussemburgo

Redazione Ore 12

Afghanistan, Russia: “Non abbiamo preso alcuna decisione su eventuale riconoscimento talebani”

Redazione Ore 12