La guerra di Putin

Strage nella città ucraina di Nikopol, uccisi almeno 13 civili. La Russia dispiega nuove truppe in Donbass

Tredici civili sono stati uccisi e 13 feriti nella notte nel corso dei bombardamenti russi sul distretto di Nikopol, nella regione di Dnipropetrovsk, nell’Ucraina orientale. “Notte tragica. Nel distretto di Nikopol, l’esercito russo ha ucciso 11 persone e ne ha ferite 13. Il nemico ha bombardato il distretto con  80 razzi contro aree residenziali. Ha colpito deliberatamente mentre le persone dormivano nelle loro case”, ha scritto su Telgram il capo dell’amministrazione militare regionale di Dnipropetrovsk Valentyn Reznichenko, citato da Unian. Intanto secondo lo Stato maggiore dell’esercito ucraino i russi stanno cercando di riprendere l’offensiva in direzione Donetsk-Pisky, nell’Ucraina orientale. Gli attacchi continuano anche nelle direzioni Mineralne- Avdiivka, ‘ma hanno subito perdite e si sono ritirati’. Nella direzione di Kharkiv, ci sono stati bombardamenti da carri armati, canne e artiglieria a reazione contro gli insediamenti di Udy, Dementiyivka, Nove, Pitomnyk, Ruski Tyshki, Peremoha, Verkhnii Saltiv, Stariy Saltiv, Mospanove, Stara Hnylytsia, Husarivka, Korobochkine, Pjatihirske e Shevelivka. Nella direzione di Slavyansk sono state bombardate le aree di Velika Komyshuvakha, Dmytrivka, Karnaukhivka, Dovgenki, Virnopill, Nova Dmitrivka, Bogorodichny e Dolyna. Ed ancora attacchi russi  questa volta a Zaporizhzhia dove una donna è rimasta uccisa la scorsa notte. Tutto si è consumato nel territorio dove si trova la centrale nucleare più grande d’Europa. Lo riferisce Ukrinform. “Si sa di un attacco all’insediamento di Kushuhum. Tre case sono state distrutte, altre 30 sono state danneggiate. Purtroppo una donna è stata uccisa”, ha scritto su Telegram il sindaco Anatoliy Kurtiev.  Secondo le prime informazioni, le unità di difesa aerea ucraine hanno abbattuto due missili russi. Poi il Donbass, dove Mosca sta rinforzando le sue truppe d’attacco. Per rafforzare l’offensiva in questa regione contesa e le difese contro i previsti contrattacchi ucraini nel Sud, la Russia ha messo insieme una nuova importante formazione di forze di terra, il terzo Corpo d’armata, con sede nell’oblast di Nizhny Novgorod a est di Mosca. Lo afferma in un tweet il report aggiornato di intelligence del Ministero della Difesa britannico. La Russia probabilmente prevede di mettere sul campo battaglioni di “volontari” di nuova formazione, che provengono da tutto il Paese, spiega il rapporto. I politici regionali russi hanno confermato che a potenziali reclute  vengono offerti bonus in denaroper combattere in Ucraina. L’assunzione è aperta a uomini fino a 50 anni e con solo istruzione di scuola media. Un corpo d’armata russo è di solito composto da 15-20.000 soldati, ma probabilmente sarà difficile per Mosca arrivare a formare battaglioni di questa entità dati i livelli molto limitati di entusiasmo popolare per il volontariato per il combattimento in Ucraina. È improbabile – secondo il report – che l’effetto di queste forze militari sia decisivo per la campagna. Intanto l’Oms rende poi noto un primo bilancio degli attacchi russi contro strutture sanitarie in Ucraina. L’Organizzazione mondiale della sanità ha verificato 434 attacchi all’assistenza sanitaria in Ucraina. Questi episodi si sono verificati tra il 24 febbraio, giorno di inizio della guerra con la Russia, e il 28 luglio – riferisce l’Oms in un tweet – e hanno causato 85 morti e 101 feriti.

aggiornamento la Guerra di Putin ore 13.39

Related posts

L’Oms denuncia: “31 attacchi ad assistenza sanitaria, 12 morti e 34 feriti”

Redazione Ore 12

Il premio Nobel all’Economia Paul Krugman: “Putin non resisterà se farà troppi danni alla Russia”

Redazione Ore 12

Visita a sorpresa di Zelensky nella città liberata di Kherson

Redazione Ore 12