Cultura, Arte e Libri

TFI Torino Film Industry: i numeri e i risultati della 5^ edizione

84 progetti audiovisivi presentati in 12 pitching sessions, 18 panel e 619 incontri one to one tra produttori e decision makers dell’audiovisivo nei 7 giorni di TFI Torino Film Industry: sono questi alcuni dei “numeri” con cui si chiude – con oltre 1.000 accreditati – la 5^ edizione di TFI Torino Film Industry, coproduction meeting che si riconferma sempre più anima work & business del Torino Film Festival.
Numeri in costante crescita per l’edizione 2022 di TFI Torino Film Industry – svoltasi dal 24 al 30 novembre tra il Circolo dei lettori e l’Accademia delle Scienze, in concomitanza e in sinergia con la 40° edizione del Torino Film Festival – che ha nuovamente messo in rete eccellenze del sistema cinema locale come TorinoFilmLab Italia, Production Days di Film Commission Torino Piemonte, Talents & Short Film Market, ospitando inoltre un evento di rilievo nazionale come IDS Italian Doc Screenings.

Un’edizione di successo e di ottimi numeri in termini di partecipazione, progetti e risultati per TFI Torino Film Industryanima work & business dello storico Festival cittadino che – dopo sette giorni di programmazione – ha chiuso mercoledì 30 novembre il 5° capitolo della propria storia.Un articolato calendario di appuntamenti pensati per fotografare e supportare l’intera industria dell’audiovisivo che hanno offerto agli oltre 1.000 partecipanti innumerevoli occasioni di confronto e dibattito intorno al cinema e audiovisivo indipendente e internazionale: una programmazione fitta e diversificata inaugurata al Circolo dei lettori dalla proposta di TFL ITALIA (organizzato da TorinoFilmLab – Museo Nazionale del Cinema), proseguita con i PRODUCTION DAYS organizzati da Film Commission Torino Piemonte – che coordina TFI fin dalla prima edizione – e conclusasi con  TSFM vol. 7 (TALENTS AND SHORT FILM MARKET), e le attività del “partner event” IDS Italian Doc Screenings svoltesi presso l’Accademia delle Scienze.12 pitching sessions con la presentazione di 84 progetti in sviluppo, 18 panel, 9 tra workshop e key-note, 35 ore di formazione e aggiornamento nei giorni immediatamente precedenti, 13 esperienze VR,  619 incontri one-to-one e, novità del 2022, 10 proiezioni ed eventi presso il Cinema Romano ospitati all’interno del programma del Torino Film Festival.Sono questi i risultati complessivi che TFI Torino Film Industry – coproduction meeting trasversale capace di evidenziare le potenzialità del sistema cinema torinese e la sua dimensione internazionale, a favore di talenti e realtà locali e al contempo dell’intera industria dell’audiovisivo – frutto della sinergia e della collaborazione che i partner dell’iniziativa hanno messo a disposizione dell’intera filiera dell’audiovisivo. Con il suo esordio sul campo TFL Italia, sezione italiana del TorinoFilmLab organizzata dal Museo Nazionale del Cinema, ha accompagnato i partecipanti di Alpi Film Lab e di Up & Coming Italia lungo una 2 giorni di training e prove di pitch prima di presentarli ufficialmente nella giornata di giovedì 24 novembre. In tutto i 37 produttori e registi hanno raccontato i propri progetti – 8 quelli italo-francesi di Alpi Film Lab e 6 di Up & Coming Italia – davanti al pubblico di TFI. Ogni team ha avuto l’occasione di incontrare altri professionisti con cui avviare potenziali collaborazioni e in tutto nel solo pomeriggio di TFL Italia si sono svolti 112 incontri one-to-one.
Oltre ai partecipanti al programma annuale Alpi Film Lab e al workshop intensivo Up & Coming Italia che nella giornata di TFL Italia hanno trovato il momento conclusivo, gli accreditati TFI hanno preso parte ai due panel sul mercato internazionale per il cinema indipendente e sulla co-produzione tra Italia e Francia, così come al momento di assegnazione dello ‘Scarabeo Award for post-production 2022‘ (12.000€ in servizi di post-produzione presso il polo del cinema della Scarabeo Entertainment a Sassuolo) a Les Héros Américains di Sophie Beaulieu, che ha sviluppato questo progetto con la produttrice Camille Genaud nel programma Alpi Film Lab. In contemporanea la sinergia con il Torino Film Festival ha conquistato anche il pubblico che ha affollato le sale delle proiezioni industry dei film TorinoFilmLab in programma. Grandissima affluenza e un tutto esaurito per gli eventi proposti da Film Commission Torino Piemonte – con il sostegno e la collaborazione di vari enti tra cui in primis Compagnia di San Paolo, Camera di Commercio Torino, Salone del Libro, Università degli Studi di Torino e Politecnico di Torino – che, nei 2 giorni di programmazione, hanno dato vita a pitching sessions, 5 panel e workshop alla presenza di addetti ai lavori, e – in linea con l’identità e gli obiettivi dell’iniziativa – di studenti e giovanissimi beginners. Un susseguirsi di concrete occasioni di confronto e dibattito che hanno confermato le intenzioni e gli obiettivi della vigilia, mostrandosi capaci di intercettare e coinvolgere players e partners di caratura nazionale e internazionale, a dimostrazione di quanto l’iniziativa abbia saputo ritagliarsi un preciso posizionamento tra gli appuntamenti btob dell’industria cinetelevisiva italiana01 Distribution, Amazon Studios, Discovery, Netflix, Paramount +, Rai Cinema, Rai Documentari,  Sky Studios insieme a nomi di spicco della produzione italiana come Fenix Enterntainment, Groenlandia, I Wonder, Lucky Red, Picomedia, Tempesta, Viola Film, Vivo FilmWildside – oltre a tutte le maggiori associazioni di categoria, Anica, APA, A.G.I.C.I., Anac, CNA cinema e audiovisivo, Doc.it – sono alcune tra le realtà che hanno partecipato attivamente ai Production Days a fianco delle più dinamiche realtà piemontesi nelle pitching sessions (con 14 progetti presentati) e nei one-to-one meetings, 85 incontri che hanno messo di fronte  33 società piemontesi e 11 decision makers. Ancora una volta i Production Days sono stati palcoscenico di presentazioni e anticipazioni, tra le quali particolare rilevanza hanno ricoperto la presentazione dei progetti sostenuti dal bando sviluppo di FCTP, insieme a quella dei romanzi selezionati per “Guarda Che Storia! Racconti per lo schermo!” e quella lanciata della Regione Piemonte, ovvero l’annuncio dello stanziamento di 12 milioni di Euro per le produzioni che sceglieranno di girare lungometraggi o serie di finzione sul territorio nel prossimo triennio attraverso i nuovi bandi del “Piemonte Film Tv Fund”. Un traguardo estremamente significativo per tutta la filiera che andrà ad alimentare ulteriormente il meccanismo virtuoso di investimento sul territorio e che avrà un ruolo determinante nel posizionare ancora più saldamente il Piemonte nella mappa delle grandi produzioni, nazionali e internazionali.  Per TSFM la settima edizione è stata la prima sotto il nuovo nome di Talents and Short Film Market. È stata una scelta dettata dal desiderio di porre al centro dell’identità di evento i talenti del mondo del cortometraggio che ogni anno si susseguono sul palco per presentare i loro progetti o per prendere parte a panel, riportando la loro esperienza personale. Quest’anno, nell’edizione tenutasi a Torino al Circolo dei Lettori, 38 progetti totali appartenenti a 7 diverse pitching session hanno effettuato uno step importante nel loro percorso grazie a gli incontri one-on-one organizzati con professionisti del settore. TSFM vol.7 ha visto anche il ritorno in presenza dei market screening, proposti in collaborazione con partner quali AG Kurzfilm, Wapikoni, Settimana Internazionale della Critica, T-Port e SODEC, i quali hanno presentato selezioni di cortometraggi provenienti da tutto il mondo e che gli accreditati potranno visionare anche sulla video-library fino al 31 maggio 2023. Attenzione particolare è stata dedicata anche al mondo della realtà virtuale: oltre a un panel organizzato insieme a Creative Europe Desk Italy MEDIA Torino, all’interno del Museo del Cinema è stato organizzato uno showcase di progetti in realtà virtuale con una particolare selezione di progetti francesi in collaborazione con Unifrance, Institut français e ARTE. Infine il Country in Focus di quest’anno ha visto protagonista la Germania e grazie al contributo di AG Kurzfilm, il pubblico ha potuto assistere ai lavori dei più interessanti registi sperimentali tedeschi e a un panel speciale dedicato all’importanza dei festival. Per il terzo anno consecutivo TFI Torino Film Industry ha ospitato – in qualità di “Partner Event” – la XVI edizione di IDS Italian Doc Screenings. Un training intensivo, un pitch pubblico con una platea di più di 50 expert e molti incontri di networking che hanno aperto fessure, radiografato componenti e connesso in modo innovativo persone, idee e strumenti, per proporre nuove soluzioni di sviluppo del settore. Doc/it – osservatore privilegiato dei forti cambiamenti in corso nel mondo del documentario – ha lavorato per comprendere cosa, per un futuro imminente, possa determinare una semina ricca e un raccolto abbondante.
Un omaggio all’acqua che non distrugge ma che irrora, quella del claim di questa edizione di IDS, che ha affrontato nelle sessioni dei pitch e in quelle dei panel, temi legati all’ambiente e all’attualità del mondo dell’audiovisivo, per proporre, a tutti gli interlocutori invitati, soluzioni in grado di attivare processi contrari alla desertificazione, fisica e morale, di cui il documentario è osservatore e portavoce.
Il primo Talk and share è stato un viaggio alla scoperta del mondo dei documentari dedicati ai ragazzi, in collaborazione con Sotto18 Film Festival, con Mussi Bollini (Vice Direttrice Rai Kids) e Kirsten Schneid (Coordinatrice Prix Jeunesse International). Il secondo incontro è stato organizzato in collaborazione con MIA Doc, dedicato alla nuova stagione degli archivi, con Andrea Sassano (Direttore RAI TECHE), Cristiano Migliorelli (Footage Sales and Business Development Archivio Storico Cinecittà), Luca Ricciardi (Coordinatore AAMOD) ed Elena Testa (Responsabile Archivio Nazionale Cinema Impresa CSC). L’ultimo Talk and share ha focalizzato l’attenzione su Rai Cinema, il partner del documentario creativo italiano, insieme a Gabriele Genuino (Responsabile Cinema del Reale e Documentari RAI Cinema) e Francesco Virga (Presidente Doc/it). Il secondo giorno di incontri ha ospitato una Case History sul film candidato agli EFA, Interdit aux chiens et aux Italiens, con la sua produttrice Enrica Capra e Chiara Magri, Coordinatrice didattica Centro Sperimentale di Cinematografia Piemonte, Animazione. L’edizione di IDS 2022 si è conclusa, infine, con la cerimonia di premiazione del Doc/it Professional Award, realizzata in collaborazione con il Torino Film Festival.
***********

Promosso da Regione Piemonte e Città di Torino e realizzato grazie al sostegno della Fondazione Compagnia di San Paolo – che riconosce all’industria dell’audiovisivo un driver importante di sviluppo economico e sociale della Città – e sostenuto nelle varie sezioni da altri enti e realtà nazionali e internazionali, TFI Torino Film Industry si è realizzato in collaborazione con il Museo Nazionale del Cinema e con il Torino Film Festival.
La 5^ edizione di TFI Torino Film Industry si è infatti arricchita di una sezione di 10 proiezioni “industry”, proposte al pubblico e agli accreditati del 40° Torino Film Festival presso la Sala 3 del Cinema Romano.

A completare le molte novità di questa edizione 2022 era presente InSetTO, – Videoagenda Torino, edizione pilota di un “diario” in versione video pensato per raccontare il meglio dell’audiovisivo torinese, che ha coinvolto una troupe composta da 7 studenti del Politecnico di Torino e dell’Università degli Studi di Torino – per raccontare il palcoscenico e il dietro le quinte dell’iniziativa.

L’intera rete e il network di sponsor e media partner dell’iniziativa è ulteriormente cresciuto, permettendo agli organizzatori di riproporre l’appuntamento con il Party di TFI, realizzatosi grazie alla sponsorship di Le Roi – Dancing Music Hall LutrarioFuori Campo e TO Film Group.

Media partner della 5^ edizione di TFI Torino Film Industry sono stati Cinema&Video InternationalFred Radio e InSetTO.

Related posts

Giovanna Taviani con ‘Cùntami’ vince la sesta edizione del Festival Cinema D’Idea

Redazione Ore 12

I Maneskin annunciano nuova musica: ecco quando arriva il nuovo album

Redazione Ore 12

In libreria il romanzo “ Un giro di tango”. Finalmente il ritorno di un giallo ‘classico’

Redazione Ore 12