Roma Capitale

Trasformazione digitale, protocollo d’intesa tra Regione Lazio, Unindustria, LazioCrea e centro Economia Digitale

Lavorare alla trasformazione digitale del Lazio attraverso una intensa collaborazione tra istituzioni. È questo l’obiettivo del Protocollo d’Intesa siglato, a Roma nella sede della Regione, da Regione Lazio, Unindustria, LazioCrea e il Centro Economia Digitale per accelerare i lavori dell’Agenda Digitale del Lazio 2021-2026. Erano presenti all’appuntamento, insieme all’assessora alla Transizione Ecologica e Digitale della Regione Lazio Roberta Lombardi, il Presidente CED Rosario Cerra, il Presidente LazioCrea SpA Luigi Pomponio e Alberto Tripi, Vice Presidente Unindustria. L’intesa si basa sulla collaborazione interistituzionale, che vedrà coinvolti i rappresentanti di tutti i dipartimenti regionali interessati, coordinati dall’assessorato alla Transizione Ecologica e Trasformazione Digitale della Regione Lazio, che a sua volta potrà avvalersi del supporto tecnico del Centro Economia Digitale, e tutte le componenti dell’Associazione Unindustria. Il protocollo servirà ad avviare, dunque, un lavoro sinergico per la trasformazione digitale del Lazio, insieme a progetti finalizzati a promuovere e valorizzare la crescita economica, la competitività e la sostenibilità delle filiere produttive, in linea con gli obiettivi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza, tenendo conto delle cinque direttrici chiave: Saperi Digitali, ICT per le imprese, Infrastrutture digitali sicure e sostenibili, P.A. Digitale, Cyber Security. La sfida del Lazio, infatti, è quella di mettere in rete gli sforzi e accelerare il processo di digitalizzazione e innovazione delle attività produttive locali attraverso programmi condivisi. Un processo di trasformazione che, anche grazie alle importanti risorse che arriveranno dall’Europa e destinate proprio alla trasformazione digitale, punta a creare nuove opportunità per i Comuni e soprattutto per le medie e piccole imprese, che più di altri devono colmare il gap su questo tema e che incontrano ostacoli più alti per imporsi sul mercato a causa di una minore disponibilità economica. L’obiettivo, dunque, è quello di renderle più competitive, proprio attraverso le risorse del PNRR, nel Lazio, nel sistema paese e anche a livello internazionale. In questo modo si promuove lo sviluppo economico dei nostri territori, senza perdere di vista temi altrettanto importanti come quelli della sostenibilità e della tutela ambientale. “Presenteremo l’agenda digitale tra la fine di ottobre e i primi di novembre” ha detto poi l’assessore. “Bisogna essere ambiziosi sempre e soprattutto bisogna esserlo in questo momento storico” ha concluso Lombardi.

Related posts

Ariccia, “All’Inferno”: dal 9 al 15 settembre lo spettacolo dantesco nel Parco Chigi

Redazione Ore 12

Servizio Civile Universale, prorogato al 20 febbraio 2023 il termine per la domanda di partecipazione

Redazione Ore 12

Aeroporto Ciampino (Rm), Criaac: Ryanair vuole far passare sulle nostre teste un aereo ogni 4 minuti

Redazione Ore 12