La guerra di Putin

Via Crucis del Colosseo, l’Ambasciata di Kiev a Roma dice non alle donne russe ed ucraine insieme nel portare la croce

L’ambasciatore dell’Ucraina presso la Santa Sede, Andrii Yurash, ha criticato la scelta vaticana di far portare insieme la croce a donne ucraine e russe alla Via Crucis del venerdì santo al Colosseo, presieduta dal Papa Francesco. La presa di posizione è stata comunicata dal diplomatico via Twitter. “L’ambasciata ucraina presso la Santa Sede – ha scritto Yurash – capisce e condivide la preoccupazione generale in Ucraina e in molte altre comunità rispetto all’idea di mettere insieme le donne ucraine e russe nel portare la croce durante la Via Crucis di venerdì al Colosseo”. Yurash ha aggiunto: “Ora stiamo lavorando sulla questione cercando di spiegare le difficoltà della sua realizzazione e le sue possibili conseguenze”. Le donne di origini ucraine e russe sono state chiamate per portare la croce della tredicesima stazione, nella quale si ricorda la morte di Gesù.

aggiornamento la Guerra di Putin ore 15.38

Related posts

Gli 007 inglesi e la battaglia per la conquista di Severodonesk: “Combattimenti ormai strada per strada”

Redazione Ore 12

Conflitto russo-ucraino, un’invasione della Bielorussia potrebbe cambiare le sorti della guerra

Redazione Ore 12

Mariupol, i russi non hanno il controllo della città. L’intelligence britannica: “Ancora scontri”, ma l’esercito e i generali russi tenteranno la strada della strategia Cecena

Redazione Ore 12