Roma Capitale

Zevi: “Roma non accetta regurgiti neo-fascisti”

“Roma non accetta rigurgiti neofascisti. L’affissione dei manifesti inneggianti al fascismo davanti alla Casa della Memoria e della Storia è una becera provocazione di chi cerca di riportare l’Italia indietro di 80 anni. Il fascismo e Mussolini sono stati già sconfitti, prima dai Partigiani e poi dalla storia stessa. Lo abbiamo ricordato proprio pochi giorni fa, il 25 aprile, in tutte le piazze italiane: l’Antifascismo è nella nostra Costituzione, è un valore sempre attuale a cui nessuno di noi rinuncerà mai. Confido nella scuola e nella formazione pubblica perché gli autori della provocazione possano partecipare ad un corso accelerato di storia”. Così, in una nota, l’Assessore al Patrimonio e alle Politiche Abitative, Tobia Zevi.

Related posts

Vasco Rossi riceverà la Lupa Capitolina: “Amo Roma, mi ha adottato”

Redazione Ore 12

Mattia (Regione Lazio): “Con il Programma Gol, rivoluzione nelle politiche attive del lavoro”

Redazione Ore 12

In Regione Lazio, la Lega chiede una riunione urgente sul termovalorizzatore di Roma

Redazione Ore 12