Roma Capitale

Caprarola (Vt): presentazione del plastico della cittadina e degli edifici farnesiani

A Caprarola venerdì 12 maggio, alle ore 17.00, sarà presentato al pubblico, nella sala dei Cigni del magnifico Palazzo Farnese, il modello della cittadina di Caprarola già esposto a Parma, nel Complesso monumentale della Pilotta, in occasione della mostra “I Farnese. Architettura, Arte, Potere”.

Il plastico riproduce fedelmente l’attuale conformazione della cittadina, caratterizzata dal lungo rettifilo voluto dal cardinale Alessandro Farnese e ottenuto dal suo architetto sottoponendo il borgo medievale a radicale ristrutturazione. Realizzato con l’intento di evidenziare gli edifici farnesiani e mostrare con quale sapienza il prisma pentagonale del palazzo sia stato incastonato da Vignola nel paesaggio urbano e naturale.

La Fondazione Cariparma ha coordinato il progetto di realizzazione che è stato eseguito sotto la supervisione scientifica di Bruno Adorni e Carlo Mambriani dell’Università di Parma. Il plastico è stato poi donato dalla stessa Fondazione alla Direzione Regionale Musei Lazio. Attualmente è esposto nella Sala della Vergine con l’unicorno, all’inizio del percorso di visita.

Venerdì, il professor Bruno Adorni approfondirà la questione del rapporto instaurato dal Vignola tra il palazzo “cittadinesco” del cardinale Alessandro Farnese e l’intorno urbano e naturale. L’architetto Daniele Pezzali, tra gli organizzatori della mostra in qualità di consigliere di Fondazione Cariparma e di presidente dell’Ordine degli architetti di Parma, illustrerà a sua volta il progetto di realizzazione del plastico, realizzato nel 2021 in legno tagliato a laser e stampa 3D, sulla base di rilievi aerofotogrammetrici diretti da Cesare Schiatti e rilievi in 3D di dettaglio da terra e da drone realizzati da Francesco Soncini.

“La Fondazione Cariparma è stata, insieme agli altri partner, tra gli organizzatori della mostra “I Farnese, Architettura, Arte e Potere” che ha avuto lo scopo di dimostrare come i Farnese avessero utilizzato l’architettura come mezzo di affermazione dinastica nell’agone politico italiano e internazionale – dichiara Daniele Pezzali, membro del Consiglio di Amministrazione di Fondazione Cariparma – Caprarola è stato uno degli esempi più significativi, luogo di dominio e di delizia. Il lavoro per la realizzazione del palstico è durato 3 anni. Il progetto è stato prima concepito scientificamente poi sono state effettuate le riprese aeree e fotogrammetriche del luogo ed infine è stato realizzato il modello in 3D. Questo nostro intervento ben rappresenta l’attività che Fondazione Cariparma, da oltre 30 anni, porta avanti per favorire la conoscenza della storia e del patrimonio artistico culturale del nostro territorio, in particolare le origini cinquecentesche del Ducato di Parma e provincia”.

Related posts

Venerdì 4 febbraio rischio mezzi pubblici nella Capitale

Redazione Ore 12

Rifiuti, l’Ama rassicura: “Raccolta come da programma per attività commerciale e ristoro della Capitale”

Redazione Ore 12

Nuovo itinerario pedonale da Termini ai Fori Imperiali, parte la sperimentazione

Redazione Ore 12