Roma Capitale

LAZIO: POSTE ITALIANE SOSTIENE L’ECONOMIA NELLA REGIONE

Generati nelle regioni dell’Area Centro Italia 730 milioni di PIL, 11 mila posti di lavoro e 

323 milioni di euro di reddito

 

Sono oltre 11 mila e 400 le risorse attualmente impiegate nelle 5 province, tra personale di staff, 

operatori dei 790uffici postali e degli 135centri e presidi di distribuzione

 della corrispondenza e dei pacchi

 

Numerosi gli interventi di efficientamento energetico, strutturale e in tema di sicurezza
attuati dall’Azienda nel Lazio durante il 2022

 

Roma, 3 maggio 2022 –Oltre 730 milionidi Prodotto Interno Lordo, più di 11 mila posti di lavoroe circa 323 milioni di redditodistribuiti ai lavoratori impiegati nel sistema economico. Sono questi i numeri relativi all’Area Centro (che oltre al Laziocomprende anche Abruzzo,  Molise e Sardegna)con i quali l’azienda guidata dall’Amministratore Delegato Matteo Del Fante si conferma ancora una volta determinante per creare valore e sostenere l’economia del sistema Paese.In particolare, anche l’attività svolta nella Regione Lazio, oltre a generare ritorni diretti e strettamente legati all’attività economica del Gruppo, prevede l’acquisto di beni e servizi prodotti da altre imprese (impatti indiretti) e permette alle famiglie del personale impiegato in tutta la catena di fornitura di acquistare a loro volta nuovi beni e servizi (impatti indotti).

Nel complesso, a livello nazionale, Poste Italiane nel 2022 ha generato impatti sul Paese in termini di Prodotto Interno Lordo (PIL) per un valore complessivo di 12,9 miliardi di euro e, sostenendo un totale di circa 181 mila posti di lavoro, ha contribuito alle entrate della Pubblica Amministrazione con circa 2,1 miliardi di euro in termini di gettito fiscale. Risultati resi possibili grazie alla solida infrastruttura su cui poggia l’Azienda che, solamente nel Laziopuò contare su oltre 11mila e 400 risorse impiegate tra personale di Staff, operatori dei 790uffici postali e degli 135tra centri e presidi di distribuzione della corrispondenza e dei pacchi. Il contributo di Poste Italiane all’economia laziale passa anche attraverso gli interventi che l’azienda sta attuando, da alcuni anni, in tema di efficientamento energetico, strutturale e di sicurezza, del proprio patrimonio immobiliare, per i quali si avvale, oltre che di fornitori nazionali, anche di imprese con sede nel territorio regionale. Lavori di manutenzione straordinaria, ripristino di facciate, installazioni di ATM Postamat, sostituzione di sistemi di illuminazione dotati di lampade fluorescenti con dispositivi di illuminazione led, attivazioni di impianti di videosorverglianza e allarme, oltre al posizionamento e alla messa in funzione di impianti fotovoltaici per la produzione di energia rinnovabile e di colonnine per la ricarica di veicoli elettrici, sono solo alcune tra le tipologie di interventi che l’Azienda ha attuato nel corso del 2022 sul territorio laziale. L’impegno di Poste Italiane al servizio del Paese nell’anno concluso, si inserisce in un percorso di creazione di valore annuale: tra il 2018 e il 2022 Poste Italiane ha generato impatti complessivi sul Paese per 62,1 miliardi di euro di Prodotto Interno Lordo (PIL).

Related posts

Roma, De Santis (CR): “Con sì maggioranza a mia mozione su smart working passo avanti su politiche del personale”

Redazione Ore 12

Celli: “Scuole vandalizzate nel Municipio VI segno crescita disagio sociale”

Redazione Ore 12

Asl Frosinone, Aliquò verso la direzione generale. Disco verde dalla Commissione Sanità regionale

Redazione Ore 12