Regioni

Regione Calabria valorizza il proprio patrimonio immobiliare

“La Regione Calabria valorizza l’ex Istituto Ciapi (Centro interregionale all’avviamento professionale nell’industria), complesso patrimonio immobiliare di 13000 mq di cui è proprietaria, sito nel quartiere Catona della città di Reggio Calabria, promuovendone, tra le varie ipotesi al vaglio, la nascita di un Centro polivalente di aggregazione culturale e sociale aperto a tutte le fasce d’età e a servizio della cittadinanza; un polo di formazione professionale, di sviluppo economico del territorio e foriero di opportunità professionali e lavorative; la sede decentrata di uffici regionali o studentato. A tal fine, con apposita delibera di Giunta è stato dato mandato ai dipartimenti preposti di economia e finanze, lavori pubblici e programmazione unitaria, di porre in essere tutte le attività istruttorie, finalizzate alla realizzazione di un progetto di fattibilità tecnica ed economica per una migliore riqualificazione e un più efficace riutilizzo dell’area ex CIAPI, con successiva individuazione delle risorse finanziarie necessarie alla realizzazione del progetto”. È quanto dichiara la vicepresidente della Giunta regionale della Calabria, Giusi Princi, in seguito all’approvazione della delibera per la riqualificazione dell’area dell’ex Ciapi di Reggio Calabria. “Si tratta – aggiunge Princi – di un intervento necessario di valorizzazione dell’intera area territoriale. È oramai da anni che l’immobile risulta in una condizione generale di degrado e di abbandono assoluto con forti pregiudizi alla sostenibilità ambientale, ad eccezione di due porzioni del compendio immobiliare concesse in comodato d’uso alla Scuola superiore per mediatori linguistici e all’Istituto Zooprofilattico sperimentale del Mezzogiorno. La riqualificazione dell’immobile comporterà, infatti, anche il miglioramento dell’area periferica nella quale lo stesso risulta allocato, consentendo di valorizzare il territorio circostante rilanciando anche positivamente l’economia locale. Ridare dignità all’ex Ciapi significa cogliere il potenziale valore inespresso della struttura, significa fare della stessa un importante volano dello sviluppo culturale, oltre che economico e sociale del territorio, significa creare opportunità di crescita e di ritrovo per i tanti giovani e meno giovani a cui mancano, spesso, luoghi di incontro e spazi di aggregazione e di riflessione”. “È un obiettivo strategico, che ci siamo dati con il presidente Occhiuto e con tutta la Giunta, che ha visto il forte sostegno del consigliere regionale Giuseppe Neri, con il quale – rimarca infine la vicepresidente Princi -, meno di due mesi fa, abbiamo fatto un sopralluogo per conoscere lo stato dei locali accompagnati, nella circostanza, anche dai dirigenti dei Dipartimenti regionali interessati”.

Related posts

Agroenergie: In provincia di Caserta si discute del futuro dei nuovi impianti

Redazione Ore 12

L’idea che diventa impresa, storie di start up innovative al festival dei giovani  promosso da Regione Toscana

Redazione Ore 12

Regione Puglia e welfare aziendale, pubblicato l’Avviso pubblico #RiParto a sostegno delle delle madri lavoratrici

Redazione Ore 12