Regioni

Sviluppo rurale della Regione Marche con gli ‘allevatori custodi della agrobiodiversità’

Con Decreto del Dirigente della Direzione Agricoltura e Sviluppo rurale n. 959 del 22 dicembre 2023 sono stati approvati, in attuazione della DGR 1927 del 12/12/2023, i bandi annualità 2024 degli Interventi SRA14 “Allevatori custodi dell’agrobiodiversità” e SRA15 “Agricoltori custodi dell’agrobiodiversità”. I bandi del Complemento Regionale per lo Sviluppo Rurale 2023-2027 del Piano Strategico nazionale della PAC 2023-2027 della Regione Marche (CSR) sono condizionati all’approvazione delle modifiche del Piano Strategico nazionale della PAC (PSP) 2023-2027 da parte dei competenti servizi comunitari e dal Consiglio Regionale. L’intervento SRA14 “Allevatori custodi dell’agrobiodiversità” è finalizzato al recupero e alla conservazione delle razze locali autoctone minacciate d’abbandono. L’intervento SRA15 “Agricoltori custodi dell’agrobiodiversità” è finalizzato al recupero e alla conservazione del patrimonio genetico regionale di origine vegetale tramite la coltivazione di specie vegetali minacciate di erosione genetica, iscritte al Repertorio Regionale della biodiversità vegetale di cui alla LR 12/03. I destinatari di entrambi i bandi sono gli agricoltori singoli o associati. Le domande possono essere presentate su SIAN entro i termini che verranno stabiliti dall’OP AGEA attraverso le istruzioni operative relative alla campagna 2024.

Related posts

Bari più vicina a Parigi, dal 31 maggio ripristinati i collegamenti aerei tra le due città

Redazione Ore 12

Regione Lombardia, ricette per mail o sms anche dopo il primo maggio

Redazione Ore 12

Giovani, ecco il Decalogo Youz: le dieci proposte di ragazze e ragazzi che la Regione Emilia Romagna si impegna a realizzare

Redazione Ore 12