Politica

Cartelle esattoriali, nuova proroga. Bloccate anche le procedure esecutive

Nella notte tra il 14 e il 15 marzo, la commissione Bilancio ha approvato l’emendamento al decreto Sostegni ter con cui il governo proroga il termine per saldare le rate scadute della pace fiscale. I 512mila contribuenti che non hanno saldato il conto con le rate della rottamazione ter e del saldo e stralcio entro il precedente termine del 31 dicembre 2021, hanno quindi altro tempo per mettersi in regola. Il nuovo articolo 10 bis del Sostegni ter riscrive il calendario delle scadenze entro le quali può essere effettuato il versamento delle rate della rottamazione-ter e del saldo e stralcio in scadenza negli anni 2020 e 2021, senza perdere i benefici della definizione agevolata. Vengono inoltre spostati anche i termini per i versamenti delle rate in scadenza nel 2022. Di seguito le nuove date entro le quali effettuare i pagamenti. Entro il 30 aprile 2022, le rate in scadenza nell’anno 2020; entro il 31 luglio 2022, le rate in scadenza nell’anno 2021; entro il 30 novembre 2022, le rate in scadenza nell’anno 2022. Anche a queste nuove scadenze si applica la deroga ai mini ritardi, ovvero sono ritenuti validi anche i versamenti fatti entro cinque giorni dalla scadenza. Le procedure esecutive eventualmente avviate a seguito della decadenza dalla rottamazione ter e dal saldo e stralcio avviate in questi mesi vengono estinte dal nuovo emendamento. Restano invece definitivamente acquisite e non sono ripetibili le somme eventualmente già versate a qualunque titolo anteriormente alla data di entrata in vigore del decreto Sostegni ter, ossia il 27 gennaio. La rottamazion-ter, anche detta definizione agevolata, prevede la possibilità di estinguere i debiti iscritti a ruolo contenuti nelle cartelle di pagamento, versando le somme dovute senza corrispondere le sanzioni e gli interessi di mora. Il “Saldo e stralcio” riguarda solo le persone fisiche ed è riferito esclusivamente ad alcune tipologie di debiti affidati all’Agente della riscossione. Oltre alla riduzione degli importi dovuti, prevede anche l’azzeramento di sanzioni e interessi di mora.

Related posts

Gelmini: “Azione colma vuoto lasciato da Forza Italia”

Redazione Ore 12

Salvini e il parere del Cts: “Bisogna riaprire tutte le attività”

Redazione Ore 12

Ultimatum di Rousseau agli eletti del MoVimento 5 Stelle: “Risorse limitate, servizi una vola al mese”

Redazione Ore 12