Cronaca

Caso Merlo, ci sarà una coda giudiziaria per la morte dell’artista

(Red) Si chiuderà, non con i funerali del giovane, ma con un inevitabile prologo giudiziario la vicenda del giovane promettente artista Michele Merlo, stroncato da una leucemia fulminante in un ospedale dell’hinterland bolognese. I genitori, infatti, hanno già fatto sapere di essere pronti a depositare una formale denuncia per chiedere l’avvio delle procedure di sequestro della salma e delle cartelle cliniche dopo la morte del figlio, avvenuta per una leucemia fulminante, la sera 6 giugno all’ospedale Maggiore di Bologna. A renderlo noto è una nota ufficiale, che Domenico e Katia Merlo hanno rilasciato a seguito dell’indagine interna avviata dalla Ausl della città per ricostruire la vicenda. I due coniugi chiedono “alla magistratura di svolgere le necessarie indagini al fine di verificare se vi siano stati errori o omissioni antecedenti al ricovero al Maggiore che abbiano determinato irreversibilmente la sorte del proprio figlio”. Il 28enne è deceduto nel reparto di terapia intensiva per le conseguenze di un’emorragia cerebrale provocata dalla malattia. Mike Bird, questo il nome d’arte del cantante di Amici 16, “si sentiva male da giorni e mercoledì si era recato presso il pronto soccorso di un altro ospedale del bolognese che, probabilmente, scambiando i sintomi descritti per una diversa, banale forma virale, lo aveva rispedito a casa”. Questa la cronologia degli eventi raccontata dai genitori dopo l’accaduto. La data dei funerali di Michele, fanno sapere Domenico e Katia, “verrà comunicata solo dopo che l’autorità giudiziaria avrà deciso quali azioni intraprendere”. Ora la famiglia attende che la magistratura, dopo l‘autopsia, autorizzi la famiglia alle esequie del giovane. Tutto avverrà nelle prossime ore.

Related posts

E’ morto improvvisamente l’attore Libero De Rienzo, aveva solo 44 anni

Redazione Ore 12

Un rapimento pianificato quello del bimbo dalla doppia nazionalità (romena-moldava) a Padova

Redazione Ore 12

Facevano saltare i bancomat, era la loro specialità, ma i Carabinieri fermano le esplosioni con 10 arresti

Redazione Ore 12