Politica

Crimi (M5S): “Continueremo ad usare Rousseau? Risposta non può essere sì o no”

“Le pretese economiche di Rousseau sono infondate sia nella quantificazione che nella individuazione del movimento come soggetto ritenuto obbligato”. Così Vito Crimi, a colloquio con i deputati del M5S. “La pretesa di oltre 400 mila euro, infatti, include al suo interno, e ne è la parte preponderante arrivando a quasi 270 mila euro, le quote non versate da parte di coloro che sono fuoriusciti dal Movimento”, aggiunge. “Continueremo ad usare Rousseau per l’esercizio della democrazia diretta? La risposta – dice ancora Crimi – non può essere sì o no per i seguenti motivi per questioni che sono ancora in fase di definizione”. 

Related posts

Annullato dalla Camera il contenzioso sul vitalizio di Formigoni

Redazione Ore 12

Il Coordinatore del Cts Miozzo lascia, andrà con il ministro dell’Istruzione Bianchi

Redazione Ore 12

Atlante della crisi di governo, Draghi sarà attento al tritacarne delle manovre di Palazzo

Redazione Ore 12