Esteri

Incendi in Algeria, 38 le persone morte. Tra loro 25 militari impegnati nei soccorsi

Almeno 38 persone, tra cui 13 civili e 25 soldati, hanno perso la vita negli incendi che hanno devastato il nord dell’Algeria, in particolare la Cabilia. Le autorità parlano di roghi “di origine criminale” alimentati dall’ondata di caldo. Gli incendi, divampati nella serata di lunedì, hanno ucciso 13 civili, di cui 12 a Tizi Ouzou. Il presidente Abdelmadjid Tebboune ha riferito su Twitter della morte di 25 soldati che tentavano di spegnere le fiamme. Il ministero della Difesa ha riferito che l’intervento dei militari “ha permesso di salvare dal fuoco 110 cittadini: uomini, donne e bambini”. La radio pubblica algerina ha annunciato l’arresto di tre piromani a Médéa. Un quarto è stato arrestato ad Annaba.

Related posts

Libia: colpi d’arma da fuoco contro tre pescherecci italiani, ferito uno dei comandanti delle navi da pesca

Redazione Ore 12

Australia, scatta l’allerta meteo per il 40% della popolazione

Redazione Ore 12

Fao: record per i prezzi del cibo ma è cortocircuito in Italia

Redazione Ore 12