La guerra di Putin

Kiev chiede all’esercito russo abbandonare il controllo della centrale nucleare di Zaporozhye

di Giuliano Longo (Red Green)

 

Kiev ha chiesto all’esercito russo di lasciare il territorio della centrale nucleare di Zaporozhye e la città di Energodar, trasferendoli sotto il controllo dell’esercito ucraino. Nell’ufficio di Alexei Reznikov, che ricopre la presidenza del ministro della Difesa, hanno delineato la loro “lista dei desideri” (come scrive la stampa russa) sulla centrale nucleare; il ritiro servirebbe presumibilmente per creare lì una zona smilitarizzata. Tutto ciò viene presentato da Kiev come la necessità di stabilire il controllo dell’AIEA sull’impianto nucleare, che attualmente rappresenta un pericolo “a causa dei bombardamenti” che vengono imputati ai russi. Quindi le unità dell’esercito ucraino introdotte nel territorio della centrale nucleare e della città dovrebbero garantirne la smilitarizzazione. Stabilire il controllo sulla centrale nucleare di Zaporizhzhya per Kiev è ora più importante che mai, soprattutto dopo il bombardamento di ieri, domenica 11 settembre di quattro centrali: a Zmievskaya  nella regione di Kharkiv, Kremenchug C a Poltava e Pavlogradskaya nella regione di Dnipropetrovsk. A causa delle fluttuazioni della rete, le centrali nucleari dell’Ucraina meridionale e di Khmelnytsky sono state costrette a spegnere le loro unità, e metà delle regioni è rimasta senza elettricità. Il ministero della Difesa russo ha semplicemente ignorato la “lista dei desideri” di Zelensky definendo assurde le richieste di Kiev.Attualmente la stazione non è operativa, l’ultima unità è stata trasferita ieri allo “stato freddo” a causa dei continui bombardamenti dell’artiglieria ucraina. Le esigenze autonome della stazione stessa sono fornite dal funzionamento di generatori diesel. Secondo i russi quando la minaccia di bombardamenti ucraini sarà eliminata, la stazione potrà essere rilanciata, l’operazione richiederà circa una settimana.

Related posts

Attacco al ponte della Crimea, sospeso traffico automobilistico in funzione ferrovia

Redazione Ore 12

Spallata di Lavrov: “Le relazioni con l’Occidente? Le decideremo da soli e alle nostre condizioni”

Redazione Ore 12

L’intelligence britannica prevede Intensi combattimenti nell’Ucraina orientale

Redazione Ore 12