Primo piano

Migranti, il Sindaco di Lampedusa: “L’isola non può diventare un hub delle Ong”

Sono oltre 700 i migranti ospitati all’interno dell’hotspot di Lampedusa. La conferma alla Dire arriva dal sindaco dell’isola, Totò Martello. La struttura di contrada Imbriacola è in affanno: ai migranti già presenti all’interno del centro, infatti, nelle ultime ore si sono aggiunti i 58 sbarcati dalla nave umanitaria Louis Michel nella notte (la nave è finanziata dall’artista Bansky) e i 142 scesi dalla Mare Jonio della ong Mediterranea saving humans, che poi ha continuato la sua rotta verso Pozzallo. Per alleggerire la situazione dell’hotspot le autorità hanno previsto lo spostamento di quattrocento migranti a bordo della nave quarantena Azzurra. “Tra sbarchi autonomi e arrivi a bordo delle ong Lampedusa ospita in questo momento 740 migranti. Siamo un’isola che ha sempre accolto chi ha bisogno e che continuerà a farlo, ma alla ministra dell’Interno dico che Lampedusa non può diventare l’hub delle ong”. Questo lo sfogo del sindaco Martello, al telefono con la Dire. “Quest’isola accetta tutte le persone in difficoltà ma non è corretto nei confronti dei lampedusani che anche i migranti soccorsi dalle ong vengano sbarcati qui. Significa penalizzare in maniera irreversibile Lampedusa, isola dalla quale passa già l’80% degli sbarchi in Italia”.

Fonte Dire

Related posts

Femminicidi, nel 2021 una strage con 119 vittime

Redazione Ore 12

Open Arms, nuova udienza a Palermo presente Salvini

Redazione Ore 12

Assassinato l’Ambasciatore italiano in Congo. Ucciso anche un Carabiniere

Redazione Ore 12