Politica

Migranti, Salvini e la Lamorgese di nuovo ai ferri corti

(Red) E’ di nuovo scontro sui migranti tra il leder della Lega, ed ex ministro degli Interni, Matteo Salvini e l’attuale titolare del Viminale, Luciana Lamorgese. Salvini ha duramente attaccato la ministra dell’Interno sulla gestione degli sbarchi: “Invece di vaneggiare di ius soli, visto che con la legge vigente siamo il Paese europeo che negli ultimi anni ha concesso più cittadinanze in assoluto, il ministro dell’Interno dovrebbe controllare chi entra illegalmente in Italia. Ci sono decine di migliaia di sbarchi organizzati dagli scafisti, senza che il Viminale muova un dito”. E non si è fatta attendere la replica piccata della ministra che ha approfittato di una intervista al quotidiano La Stampa, per replicare al Capo del Carroccio: “Il problema dell’immigrazione è problema complesso che richiede interventi a livello europeo. Occorre molta determinazione e senso di responsabilità nell’affrontare certe situazioni”, è la premessa della ministra, secondo cui è sbagliato parlare di invasione anche se negli ultimi mesi gli arrivi sono aumentati e i numeri parlano di oltre 30mila sbarchi tra luglio e agosto.
Poi giù, ancora più dura: “Salvini evidentemente non ha ben chiare le difficoltà che stiamo vivendo quotidianamente, ma se ci sono iniziative che non abbiamo adottato e lui ci può suggerire per bloccare gli arrivi via mare io le raccolgo volentieri”. Le parole della Lamorgese sono un chiaro segnale a uno dei partner della maggioranza che sostiene il Governo e soprattutto a chi ha ricoperto lo stesso ruolo di responsabilità al Viminale.

Related posts

Dl Energia, il Governo azzera gli oneri di sistema sulla luce. Iva al 5% sul gas

Redazione Ore 12

Federfarma: “Tamponi gratis in farmacia per chi prenota un vaccino”

Redazione Ore 12

Bianchi (Istruzione): “In migliaia stanno lavorando per avere a settembre un scuola in presenza”

Redazione Ore 12