Esteri

Ricovero per l’ex Presidente americano Bill Clinton. Affetto da una sospetta infezione al sangue

Bill Clinton martedì sera è stato ricoverato all’Irvine Medical Center della University of California per una sospetta infezione al sangue. L’ex presidente americano, che ha 75 anni, è nel reparto di terapia intensiva, ma non è attaccato al respiratore. Ora, riferisce il suo portavoce, “è in via di guarigione, di buon umore ed è incredibilmente grato ai medici, alle infermiere e allo staff che gli prestano una cura eccellente”. Il ricovero è stato confermato dal portavoce di Clinton Angel Urena, che ha sottolineato come l’ex presidente sia “in via di guarigione” e ha aggiunto che l’infezione non è legata al coronavirus. Secondo la Cnn, il ricovero non sarebbe nemmeno legato ai precedenti problemi di cuore e si tratterebbe di una infezione delle vie urinarie. Il portavoce ha poi diffuso un comunicato dei medici che stanno curando Clinton, nel quale si conferma che all’ex presidente è stata diagnosticata un’infezione e che è stato ricoverato per degli accertamenti e gli sono stati somministrati antibiotici e fluidi per via endovenosa. “Dopo due giorni di trattamento, il numero dei suoi globuli bianchi sta diminuendo e sta rispondendo bene agli antibiotici”, si legge ancora nel comunicato dei dottori Lisa Bardack e Alpesh Amin. “Speriamo possa tornare presto a casa”, concludono.

Related posts

Gli astronauti di Spacex battono il record spaziale americano di permanenza insieme nello spazio

Redazione Ore 12

Di Maio assicura: “Il G20 straordinario sull’Afghanistan si farà”

Redazione Ore 12

Hong Kong, 500 poliziotti assediano e fanno irruzione nella sede del quotidiano pro-democrazia Apple Daily

Redazione Ore 12