Roma Capitale

Roma: presentata al Maxxi “Circondato di lontano”, mostra di opere di Dieter Nuhr

Viaggiare per il mondo in nome dell’arte – questo è il mantra con cui l’artista tedesco Dieter Nuhr torna ad esporre in Italia dopo il suo grande successo alla Biblioteca Nazionale Marciana durante la passata edizione dela Biennale di Venezia.
Dal 3 al 29 maggio 2023 lo spazio Corner del Maxxi-Museo nazionale per le arti del XXI secolo ospiterà la nuova mostra di Dieter Nuhr, “Circondato di lontano” curata da Dirk Geuer e presentata martedì mattina.
Supportata dalla Brost Foundation, una delle fondazioni culturali tedesche più importanti, più di 20 opere di Dieter Nuhr, fotografie digitalmente modificate con l’uso di moderne tecniche pittoriche, saranno esposte per celebrare la diversità scenica e culturale del mondo.
L’arte di Dieter Nuhr è caratterizzata dal desiderio di esplorare e far esperienza del mondo come un unico ambiente e mostrarlo nella sua costante trasformazione. I suoi lavori sono la rappresentazione di ciò che rimane di una realtà che svanisce nella mente delle persone e diventa memoria. Nuhr sottopone le sue foto a processi pittorici digitali coprendole con strati di colori per mostrare la dissolvenza del reale nell’atto mnemorico. Facendo così l’artista riesce nel suo intento di raffigurare l’essenza di ciò che originariamente era stato visto e fotografato e che non può più essere considerata realtà ma, ne diventa la rappresentazione soggettiva di essa, la sua memoria.
Organizzata dalla Association for Art in Public, la mostra di Roma è a supporto della You Foundation- Education for Children in need, che opera ufficialmente con l’Unesco. L’artista crede che si possa avere un mondo più equo solo sostenendo e supportando i più deboli. Per questo motivo ha deciso di focalizzare l’attenzione su temi come la fame e la povertà, mostrando ritratti di bambini e persone bisognose provenienti da paesi in via di sviluppo come Senegal, Myanmar e India.
Nuhr, che qui abbandona del tutto il mezzo fotografico, si avvicina alla ritrattistica classica in modo fortemente digitale, posizionando le sue figure in spazi geometricamente organizzati da linee orizzontali e verticali. Questo crea un campo di tensione nel quale le figure, che sono completamente estrapolate dal loro contesto sociale, sono esteticamente uguali.
Solo dai tratti somatici e dalle loro vesti si possono ricavare indizi sulla provenienza delle figure raffigurate, che sono, immagini di Santi e persone incontrate casualmente nei suoi viaggi, ma anche familiari e persone della sua regione natìa, la Ruhr.
Questa mostra sarà inaugurata alla presenza dell’artista, dell’ex Ministro tedesco Presidente della North Rhine-Westphalia e membro del Consiglio di Amministrazione della Brost Foundation, Armin Laschet, dell’Ambasciatore Speciale Unesco Dr. h.c. Ute-Henriette Ohoven e il Presidente della Brost Foundation Prof. Bodo Hombach.
“Essere invitato qui a Roma, dopo le mie esibizioni di Hagen, Venezia e Dakar, lo considero un grande onore. Nel passato la cultura si muoveva da Roma verso il mondo e adesso al contrario sono chiamato io a portare il mondo a Roma”, ha detto Nuhr.
La presentazione dei lavori di Dieter Nuhr nello spazio Corner del Maxxi- Museo nazionale delle arti del XXI secolo di Roma, è la quarta tappa di una mostra itinerante sponsorizzata dalla Brost Foundation, che promuove progetti nei campi artistici e culturali a supporto della regione tedesca della Ruhr, regione natìa dell’artista che è spesso presente anche nei suoi lavori. L’inaugurazione della mostra internazionale ha avuto luogo al Museo Osthaus di Hagen, Germania, nel maggio del 2022.
La seconda tappa – svoltasi in parallelo alla 59esima edizione della mostra di arte internazionale La Biennale di Venezia – presso la Biblioteca Nazionale Marciana in Venezia. La terza tappa al Museo di Arte Africana Théodore Monod in Dakar, Senegal.
Il prossimo ottobre 2023, la mostra di Dieter Nuhr sarà esposta al Museo Ludwig di Koblenz, Germania. Grazie al supporto della Brost Foundation ulteriori tappe sono già in programmazione per gli anni 2024 e 2025.

Related posts

Ognibene (LeU): Bene il no alla riconversione della centrale Enel di Civitavecchia”

Redazione Ore 12

ROMA: IL PODCAST “VIECCE” ARRIVA NELLE BIBLIOTECHE COMUNALI Nei cinque incontri in programma saranno registrate puntate live e offerto un mini corso di podcast

Redazione Ore 12

Scoperti a Campo di mare (Cerveteri) dalla Guardia di Finanza i resti sommersi di una villa di epoca romana

Redazione Ore 12