Politica

Scuola, nuovo appello del ministro Bianchi al Personale: “Vaccinatevi”

(Red) “Dati alla mano il personale scolastico si è vaccinato all’85% su base nazionale con delle grandi differenze regionali, la Sicilia per esempio ha un numero molto più basso. Noi continuiamo a fare appello a tutti a tutti per vaccinarsi che è lo strumento per essere sicuri”. Sono le parole pronunciate nella tappa di Palermo di Tgcom24Tour dal ministro dell’Istruzione Patrizio Bianchi, intervistato dal direttore Paolo Liguori e da Dario Donato. “C’è un problema di omogeneizzazione fra diverse Regioni e soprattutto diverse province”, ha riconosciuto il ministro. Bianchi ha poi illustrato i provvedimenti per cercare di risolvere questo problema. “Adesso stiamo agendo in maniera molto mirata – ha spiegato – per andare a permettere anche in quelle province dove siamo più bassi della media nazionale di poter raggiungere quell’85-90% di vaccinati che è uno dei livelli più alto d’Europa”. “Faremo il punto con il governo, con il ministro della Salute, con le Regioni. Dimentichiamo il punto da cui stiamo partendo, quell’85% su base nazionale con Regioni che hanno già raggiunto il 100% come il Friuli e la Campania”. Poi sul Piano del rientro a scuola in vista del rientro in presenza a settembre che sarà presentato il 29 luglio alla Conferenza Stato-Regioni. Sul punto da registrare la nota dei Dirigenti scolastici: “Noi siamo per una ripresa in totale sicurezza: approviamo l’inserimento del green pass per chi lavora nella scuola”. E’ la posizione di Attilio Fratta, presidente di DirigentiScuola, sindacato dei presidi, dopo l’incontro con il ministro della Salute, Patrizio Bianchi. “Nella riunione si è lavorato – sostiene Fratta – per ridare centralità alla scuola, ma ora dobbiamo guardare avanti”.
Secondo il capo di DirigentiScuola “i problemi da affrontare sono numerosi e fino ad oggi irrisolti. Il Dicastero finora si è mostrato sordo alle nostre innumerevoli sollecitazioni sempre accompagnate da dettagliati documenti tecnici. E’ stata offerta una fattiva collaborazione. Il ministro ha anche ricevuto i preoccupanti dati sul burn out della dirigenza scolastica. Se i dirigenti non stanno bene, la scuola non puo’ funzionare: bisogna intervenire una volta per tutte sulle pesanti e sproporzionate responsabilità di cui sono gravati”. Infine il Sindacato: “Raggiungere la massima copertura vaccinale è una misura di sicurezza e un dovere civico che fin da subito abbiamo promosso, ma per avere davvero tutti in presenza a settembre servono risorse, spazi, interventi sul trasporto pubblico e misure straordinarie.” Lo ha detto Francesco Sinopoli, segretario generale FLC CGIL a margine dell’incontro al Miur. “Il rientro in presenza non diventi uno spot, il governo investa sulla riapertura”, aggiunge Sinopoli.

Related posts

Foibe, Mattarella: “Orrore che colpisce le coscienze, memoria a lungo dimenticata”

Redazione Ore 12

A volte ritornano, Arcuri a Palazzo Chigi. Ira Meloni

Redazione Ore 12

Ddl Zan, botta e risposta tra Ferragni, Fedez e Matteo Renzi

Redazione Ore 12