Politica

Tassazione ai grandi patrimoni, Letta rilancia ma trova resistenze. Netta presa di distanza di Italia Viva e Lega

(RED)”Io ho fatto una proposta sui giovani. E poi, con serietà, ho parlato di come finanziarla. Ma vedo che si continua a parlare solo di patrimoni e successioni. Ne traggo la triste ennesima conferma che non siamo un paese per giovani. E non mollo. #doteperi18enni”. Da registrare la presa di posizione a sostegno del suo segretario dell’ex ministro Boccia: “Il segretario Enrico Letta ha fatto una proposta di giustizia sociale. Chi la critica parla per puro egoismo personale o perché i problemi reali, quelli delle periferie sociali, dei ragazzi dal futuro ipotecato, o dei giovani che in questi mesi di pandemia hanno avuto difficoltà elementari anche con la DAD perché privi dei supporti informatici di base, li conosce solo per sentito dire.
Il Partito Democratico, con Zingaretti prima e ora con Letta, è tornato a vivere lì dove la sinistra è nata, nella pancia della società e la proposta del segretario è uno dei nostri spartiacque. O si sta di qua o si sta di là. Non penso che i milionari, l’1% della popolazione più ricca del Paese, non possano o non vogliano dare un contributo, una dote, ai ragazzi di oggi per favorire un ascensore sociale che in Italia è fermo.
Abbiamo fiducia nel confronto politico in Parlamento e nel Paese e siamo certi che il Draghi di un anno fa che esaltava il modello fiscale danese o che parlava di debito buono e debito cattivo sia lo stesso Draghi di oggi e troveremo il modo di capirci con gli strumenti della democrazia”. Chi si mette di traverso è Italia Viva con Rosato che critica aspramente la posizione di Letta: “Incomprensibile la proposta avanzata da Letta di nuove tasse come incomprensibili le reazioni di alcuni alle giuste parole di Draghi. Dire che questo non è il momento di prendere soldi agli italiani ma di darglieli, è buonsenso”. Infine Salvini, che non poteva non commentare la posizione del Segretario Pd: “Letta si dimentichi di alzare le tasse, è fuori dal mondo” Roma – 21 mag 2021 (Prima Pagina News) – “Stupisce che con tanti italiani in difficoltà c’è chi come Letta e il Pd pensi a nuove tasse. Capisco che Letta è abituato ai salotti buoni di Parigi ma è una cosa fuori dal mondo. Letta si dimentichi di alzare le tasse”.

Related posts

Ricciardi: “La nota sul Ddl Zan viene dal clero e non dal Papa”

Redazione Ore 12

Politiche fiscali, Castelli: “Necessario affrontarle a livello europeo”

Redazione Ore 12

M5s, espulsi altri 3 deputati: Assenti ingiustificati al voto di fiducia a Draghi

Redazione Ore 12