Economia e Lavoro

Tridico (Inps): “Non ci sarà alcun effetto devastante dallo sblocco dei licenziamenti”

Effetti molto contenuti dalla norma che entrerà in vigore il 30 di giugno

(Red) Anche il Presidente dell’Inps, Pasquale Tridico prende posizione sulla questione caldissima dello sblocco imminente dei licenziamenti e prevede che non si sarà alcun effetto devastante per il sistema Paese. Lo stop al divieto a licenziare scatterà il prossimo 30 di giugno. Tridico lo ha detto nel corso di una intervista a Rai News 24. “Le tendenze ultime che vediamo con i trimestrali di cassa dell’Istituto che registra i contributi dei lavoratori pagati dalle aziende danno segnali molto incoraggianti: c’è un Paese effettivamente in ripresa, un’economia in ripresa in molti settori, praticamente in quasi tutti i settori dell’economia”. Pero il presidente dell’Inps “quelle preoccupazioni che c’erano lo scorso anno e anche all’inizio di quest’anno su effetti devastanti, probabilmente, saranno molto più contenuti e saranno meno importanti di quanto si credeva”. Tridico ha parlato anche dell’assegno unico familiare. “Nessuno ci perderà” con l’assegno unico familiare. Dal primo luglio – ha spiegato – è in vigore l’assegno unico in versione ponte e non c’è nessun pericolo che alcune famiglie possano prendere di meno. E’ una misura – ha aggiunto – che era molto attesa. L’assegno unico vale, nella forma ponte attuale che inizia il primo luglio, 168 euro se si ha un Isee a 7mila euro e vale 30 euro se si ha un Isee che vale 50mila euro”.

Related posts

Crisi energetica e materie prime, quasi introvabili farmaci antidepressivi, pediatrici ed antipiretici- Denuncia del Codacons

Redazione Ore 12

Il fatturato dell’industria in netta crescita (+22,6%). Bene in Italia

Redazione Ore 12

Imprese Cooperative e caro energia, senza revisione dei prezzi contrattuali a rischio i servizi essenziali

Redazione Ore 12