Regioni

Umbria: diga del Chiascio, dopo tanti stop il progetto riparte

E’ stato presentato un progetto che finalmente riprende la corsa dopo vari stop importantissimo per la regione dell’Umbria: la diga del Chiascio.  

“Mi unisco al plauso della presidente Tesei e del vicepresidente della regione Roberto Morroni che hanno illustrato il progetto oggi in conferenza stampa. Si tratta di un’opera che può cambiare sicuramente la situazione della nostra regione. L’acqua dell’invaso – ha spiegato la senatrice umbra di Forza Italia, Fiammetta Modena- avrà vari impieghi. Servirà a rifornire il sistema idrico Perugino-Trasimeno, ad alimentare gli impianti già realizzati nei distretti irrigui della Valle Umbra nei territori comunali di Spello, Foligno e Montefalco (finanziamento di circa 15 milioni di euro), gli impianti nella piana di Trevi e a Montefalco e Bevagna (35 milioni di euro)”. “E servirà – ha concluso la sen. Modena- a far produrre energia idroelettrica per circa 7 MWh”. 

Related posts

Rifiuti radioattivi, c’è la carta delle aree idonee

Redazione Ore 12

Orlando (Sindaco di Palermo) chiede un incontro urgente a Draghi sullo stato delle Regioni del Sud e della Sicilia

Redazione Ore 12

Intercity Green sui binari delle Regioni d’Italia

Redazione Ore 12