Imprese e Sindacato

Centri commerciali, un martedì di protesta dei negozianti

Saracinesche giù alle 11 in tutti i punti vendita

Alle 11 di questo martedì, i punti vendita dei 1.300 centri commerciali d’Italia manifesteranno contro le chiusure nei weekend con il gesto simbolico di abbassare le saracinesche per alcuni minuti. L’iniziativa, che coinvolge oltre 30.000 negozi e supermercati, è promossa dalle Associazioni del commercio, Ancd-Conad, Confcommercio, Confesercenti, Confimprese, Cncc-Consiglio Nazionale dei Centri Commerciali e Federdistribuzione. Con questa iniziativa, le sigle vogliono dar voce ai 780mila lavoratori che chiedono l’immediata revoca delle misure restrittive che da oltre 6 mesi impongono la chiusura dei negozi nei festivi e prefestivi, i giorni più importanti della settimana, in termini di ricavi, e fondamentali per aiutare la ripresa economica delle attività commerciali e del Paese. Sempre nella giornata di martedì 11 maggio, una delegazione dei vertici delle Associazioni del commercio sarà presente a Roma per un confronto con alcuni esponenti politici sulla questione delle riaperture.

Related posts

Veicoli elettrici, l’Associazione europea delle imprese costruttrici e i consumatori chiedono tre milioni di punti ricarica entro il 2029

Redazione Ore 12

Ita, tensioni con Cgil, Cisl e Uil sulla rottura del tavolo di confronto

Redazione Ore 12

Stellantis, Fiom-Cgil: politica faccia la sua parte con Tavares

Redazione Ore 12