Cultura, Arte e Libri

Il tema dell’identità attraverso i film di Biografilm 2023

Giunto alla 19a edizione il Festival guarda ai diritti delle donne, all’evoluzione del mondo del lavoro e al complesso rapporto tra memoria e origini,

all’insegna di “essere e avere” per portare lo sguardo dalla politica astratta a quella quotidiana

Serata di Inaugurazione con l’Orso d’Oro Sur l’Adamant di Nicolas Philibert in anteprima italiana
Serata di Premiazione con Jerry Lee Lewis: Trouble in Mind di Ethan Coen in anteprima italiana 

83 film in Selezione Ufficiale con 60 anteprime di cui 17 anteprime mondiali 

Tra gli ospiti di questa edizione Fatih Akin, Nicolas Philibert, Erik Gandini, Roberta Torre, Rä di Martino, Laura Morante, Massimo Cantini Parrini, Donatella Finocchiaro, Porpora Marcasciano, Tonino De Bernardi, Cristina Cattaneo, Philippa Kowarsky, i Verdena

Biografilm Festival, a Bologna dal 9 al 19 giugno 2023 e visibile in tutta Italia grazie a MYmovies, torna per la sua 19a edizione con una ricca selezione che vede protagoniste alcune delle voci più importanti del documentario contemporaneo. Il punto di partenza per questa riflessione è il connubio tra “Essere e avere”, tema di questa edizione, ispirato al film Être et avoir di Nicolas Philibert, che verrà riproposto in presenza del regista.

Essere e Avere. Questi due verbi sono la chiave di lettura dell’edizione 2023 di Biografilm: un invito a ripartire dalle basi portando idealmente lo sguardo dalla politica astratta a quella quotidiana.

Sono 83 i film in programma nelle varie sezioni della Selezione Ufficiale del Festival, 60 anteprime di cui 17 anteprime mondiali. Il Concorso Internazionale è l’opportunità per scoprire le più recenti e interessanti produzioni di documentari da tutto il mondo grazie a dieci storie di vita, mentre Biografilm Italia permette di scoprire i migliori autori di documentari in Italia per cui ormai il Festival è diventato un punto di riferimento. Contemporary Lives, con una selezione di opere con sguardi nuovi sulle questioni più urgenti dell’attualità. Torna anche la sezione Biografilm Art & Music con le infinite e molteplici sfumature dell’amore per l’arte. Beyond Fiction – Oltre la finzione, dedicato a fiction e film ibridi, punta a spingere il confine tra finzione e documentario. Biografilm 2023 ospita anche l’omaggio all’artista visuale Rä di Martino in collaborazione con la Scuola di alta formazione di Fondazione Modena Arti Visive. I titoli scelti dalla sua filmografia di Ra di Martino si focalizzano sulla restituzione e l’interpretazione della memoria attraverso differenti corpi e voci in grado di indagare luoghi sia fisici, sia mentali.

Tra gli ospiti di questa edizione: Fatih Akin, Nicolas Philibert, Erik Gandini, Roberta Torre, Rä di Martino, Laura Morante, Massimo Cantini Parrini, Donatella Finocchiaro, Porpora Marcasciano, Tonino De Bernardi, Cristina Cattaneo, Philippa Kowarsky, i Verdena.

Tornano, come da tradizione, anche i Celebration of Lives Awards, i premi che Biografilm Festival assegna alle persone che con le loro vite e operato hanno impresso un segno importante nella storia contemporanea. Il premio verrà assegnato ai registi Nicolas Philibert e Roberta Torre e alla dottoressa Cristina Cattaneo. Il Festival dedicherà un omaggio all’artistaRä di Martino. I titoli selezionati per il Biografilm dalla sua filmografia si focalizzano sulla restituzione e l’interpretazione della memoria attraverso differenti corpi e voci in grado di indagare luoghi sia fisici, sia mentali. L’omaggio a Rä di Martino è in collaborazione con FMAV Fondazione Modena Arti Visive.

Biografilm 2023 dedica anche uno spazio speciale al rapporto indissolubile che lega cinema e editoria con la Playlist Cinema e Letteratura | BPER Banca, che contiene una selezione di lavori che trattano di questo tema tra cui Le biblioteche e la città – Conoscere per essere liberi di Francesca Zerbetto e Dario Zanasi, un viaggio in sei biblioteche pubbliche della città di Bologna, Elfriede Jelinek – die Sprache von der Leine lassen di Claudia Müller sull’autrice austriaca vincitrice del premio Nobel per la Letteratura nel 2014, Erica Jong – Breaking the Wall di Kaspar Kasics, documentario biografico sulla pioniera della letteratura femminista Erica Jong.

Related posts

Nuovi appuntamenti alle Gallerie Nazionali di Arte Antica della Capitale

Redazione Ore 12

Cinema, David di Donatello: “C’è Ancora Domani” di Cortellesi candidato a 19 statuette

Redazione Ore 12

  Mara Venier: “Questa edizione di ‘Domenica In’ sarà veramente l’ultima”

Redazione Ore 12