Medicina

‘Invecchiamento, salute e prevenzione’, nella sede della Fnsi seminario organizzato dall’Ungp

All’incontro, svoltosi il 18 aprile 2024, erano presenti i vertici di Casagit e Ordine dei giornalisti. Tra gli interventi, anche quello del professor Silvio Brusaferro.

Nella sala Walter Tobagi della Fnsi, giovedì 18 aprile 2024, si è svolto il convegno organizzato dall’Unione nazionale giornalisti pensionati ‘Invecchiamento, salute e prevenzione. Giornaliste e giornalisti alla prova’. Circa 90 novanta cronisti hanno seguito in presenza o da remoto le relazioni in programma, acquisendo così i cinque crediti deontologici riconosciuti dall’Ordine.

Il focus della mattinata è stato fissato sui due obiettivi illustrati dalla coordinatrice dell’evento Patrizia Disnan, che dell’Ungp è vicepresidente vicaria: fornire strumenti conoscitivi alle colleghe e ai colleghi chiamati con il loro lavoro ad affrontare correttamente le problematiche che il progressivo invecchiamento della popolazione pone con il rischio di sconvolgere gli equilibri e i rapporti tra le generazioni; approfondire le questioni legate alla salute dei giornalisti in particolare dei giornalisti anziani/pensionati, con le iniziative di prevenzione delle patologie caratteristiche della terza età, specie per quanto riguarda la lotta ai virus. Su questo aspetto si è concentrato l’intervento del presidente della Casagit Gianfranco Giuliani, che ha illustrato i programmi della Cassa, nata per tutelare la salute dei giornalisti, È poi intervenuto il prof. Giovanni Leoni, vice presidente della Federazione nazionale degli Ordini dei Medici e Odontoiatri con la sua relazione ‘La crisi della sanità italiana e l’assistenza ai malati anziani e ai fragili in ospedale e sul territorio’. Al corso ha partecipato anche Giampiero Spirito, presidente della Fondazione Casagit.

L’incontro si è aperto con i saluti istituzionali del presidente nazionale dell’Ungp Paolo Serventi Longhi, di Maurizio Di Schino, in rappresentanza della Fnsi, Guido D’Ubaldo, presidente dell’Ordine dei giornalisti del Lazio, Paola Spadari, segretaria del Cnog. Sono seguiti poi tutti gli interventi in programma, a cominciare da quello del prof. Silvio Brusaferro, ordinario di Igiene e medicina all’Università di Udine e già presidente dell’Istituto Superiore di Sanità e portavoce del Comitato Tecnico Scientifico per l’emergenza epidemiologica dal Coronavirus, che ha illustrato il tema ‘Medicina preventiva nella terza età, il ruolo della sanità pubblica. L’esperienza del Covid 19 e la gestione delle epidemie stagionali’. A seguire gli interventi di Silvia Garambois, presidente di Giulia Giornaliste, su ‘Le donne e la salute. La sperimentazione sulle donne è più costosa – e quindi non si fa – perché abbiamo delle ‘età’ diverse da adolescenza, fertilità, vecchiaia: servono 3 donne da analizzare per ogni uomo’, della scrittrice Lidia Ravera, che ha parlato di ‘Ruolo sociale e politico degli anziani, potenzialità di un invecchiamento attivo’.L’intervento che ha chiuso i lavori è stato quello di Maria Zegarelli, vicepresidente del Consiglio di disciplina nazionale dell’Ordine dei giornalisti, su ‘Gli aspetti deontologici dell’informazione sulla salute, la normativa italiana ed europea’.

Related posts

Passi avanti nel trattamento del tumore della tiroide 

Redazione Ore 12

Ordine dei fisioterapisti del Lazio verso il primo congresso regionale a Roma

Redazione Ore 12

Sarcoma di Ewing, il tumore osseo che colpisce bambini e adolescenti

Redazione Ore 12