Economia e Lavoro

  Lavoro, ecco il nuovo Sistema informativo per l’inclusione sociale e lavorativa

  

Presentata dal Ministro del Lavoro e delle Politiche Sociali, Marina Calderone, la nuova piattaforma dedicata alle misure di sostegno, ai percorsi di formazione e alla ricerca del lavoro chiamata SIISL – Sistema informativo per l’inclusione sociale e lavorativa.

Il nuovo portale realizzato in collaborazione con l’Inps sarà attivo a partire dal primo settembre 2023.

“Abbiamo messo in rete chi si occupa del mercato del lavoro: le Regioni, il Ministero del Lavoro, l’Inps, le Agenzie per il lavoro. È la prima pietra di una costruzione molto più complessa che non vuol lasciare indietro nessuno e vuol far parlare tutti i soggetti coinvolti, pubblici e privati, a livello locale e nazionale.

Un luogo che avvicina domanda e offerta di lavoro, di raccolta dei percorsi di formazione e nel quale le persone possono trovare la politica attiva più adatta alla propria necessità.

Voglio rassicurare che non è previsto un click day e non c’è un problema di esaurimento delle risorse: dal primo settembre in poi, infatti, le persone potranno presentare le domande e i processi si attiveranno” ha commentato Calderone.

Tra i partecipanti alla presentazione: il viceministro del Lavoro e delle Politiche Sociali Maria Teresa Bellucci; il sottosegretario Claudio Durigon; il Commissario Inps Micaela Gelera; il direttore generale dell’Istituto previdenziale Vincenzo Caridi; il presidente di Anpal Servizi Massimo Temussi, l’assessore al lavoro Regione Piemonte in rappresentanza delle Regioni Elena Chiorino, il presidente di Assolavoro Francesco Baroni e il segretario generale di Assosomm Michele Regina.

La piattaforma consentirà l’interoperabilità di tutte le infrastrutture digitali dei soggetti accreditati al sistema sociale e del lavoro, previsti dall’articolo 1 del decreto n.48 del 2023. L’obiettivo del SIISL è dare piena attuazione alla riforma, consentendo l’attivazione di percorsi personalizzati per i beneficiari del Supporto per la formazione e il lavoro (Sfl) e in futuro dell’Assegno di inclusione (Adi). Il portale punta a coinvolgere e far comunicare i richiedenti, anche tramite Patronato o Caf, gli Enti formatori e le Agenzie per il lavoro.

Oltre ad accedere a informazioni sullo stato di erogazione del beneficio e sulle attività previste dai percorsi personalizzati per le nuove misure di inclusione sociale e lavorativa, attraverso il SIISL è possibile visionare e manifestare interesse per offerte di lavoro, corsi di formazione e tirocini, progetti utili per la collettività e altri strumenti di politica attiva del lavoro.

Sul sito del Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali e su quello dell’Inps, i cittadini potranno consultare le FAQ per le nuove misure e ricevere assistenza tramite il servizio Urp online del Ministero sul quale è stato attivato un chat bot per supportare gli utenti in tempo reale. Attivo anche il Contact Center dell’Inps al numero 803164.

Related posts

Reddito di cittadinanza, una spesa da 30 miliardi per veder aumentare i poveri

Redazione Ore 12

Luglio, previste 505mila assunzioni. Le previsioni di Uniocamere ed Anpal

Redazione Ore 12

Contante e reddito di cittadinanza, arrivano le critiche anche della Banca d’Italia

Redazione Ore 12