Energia e Sostenibilità

Le Aziende Fotovoltaiche e le Comunità Energetiche: Dietro le quinte di un mercato in crescita

 

di Marcello Trento

 

L’interesse delle aziende del fotovoltaico per le Comunità Energetiche Rinnovabili (CER) non è casuale. Dietro questo fermento c’è un insieme di vantaggi strategici che rendono questo mercato particolarmente appetibile: 1. Ampliamento del bacino di clienti: Le CER aprono le porte a un nuovo segmento di clienti, ovvero i cittadini che desiderano partecipare all’autoproduzione e al consumo di energia rinnovabile. Questo significa un potenziale aumento significativo del numero di clienti per le aziende del settore. 2. Fidelizzazione della clientela: L’impegno nella creazione e gestione di CER permette alle aziende di fidelizzare maggiormente i propri clienti, offrendo loro un servizio completo che va oltre la semplice installazione di pannelli fotovoltaici. 3. Raccolta e gestione dati: Le CER generano una grande quantità di dati sui consumi energetici dei cittadini. Questi dati, se raccolti e utilizzati in modo responsabile, possono rappresentare una risorsa preziosa per le aziende per migliorare la propria offerta di servizi e sviluppare nuovi prodotti. 4. Accesso a nuovi finanziamenti: Le CER possono beneficiare di incentivi e finanziamenti specifici, che rendono il business ancora più attraente per le aziende del fotovoltaico. 5. Miglioramento dell’immagine aziendale: L’impegno nella promozione delle energie rinnovabili e nella creazione di comunità energetiche sostenibili contribuisce a migliorare l’immagine delle aziende del fotovoltaico agli occhi dei consumatori e degli stakeholder. Tuttavia, è importante sottolineare che le aziende non sono mosse solo da un altruismo spinto dalla sostenibilità. Cosa propongono realmente ai cittadini? Installazione di impianti fotovoltaici a prezzi agevolati: Le aziende spesso offrono sconti o pacchetti promozionali per l’installazione di impianti fotovoltaici ai cittadini che aderiscono alle CER. Gestione e manutenzione dell’impianto: Le aziende si fanno carico della gestione e manutenzione dell’impianto, liberando i cittadini da questa incombenza. Accesso a prezzi scontati sull’energia: I cittadini che fanno parte di una CER possono beneficiare di prezzi scontati sull’energia autoprodotta e scambiata all’interno della comunità. Possibilità di guadagno: In alcuni casi, i cittadini possono generare un guadagno dalla vendita dell’energia eccedente prodotta dall’impianto. Ma quali sono i contro di queste proposte? Dipendenza dall’azienda: I cittadini che aderiscono a una CER si legano in qualche modo all’azienda fornitrice del servizio, che potrebbe non essere sempre la scelta più vantaggiosa nel lungo periodo. Mancanza di controllo: I cittadini hanno un minor controllo sulla gestione dell’impianto e sulla produzione di energia. Rischi di speculazione: In un mercato in forte crescita, è importante essere consapevoli del rischio di speculazioni da parte di aziende poco serie. In conclusione, le aziende del fotovoltaico vedono nelle CER un’importante opportunità di crescita e di profitto. Le proposte ai cittadini sono allettanti, ma è fondamentale valutare con attenzione i pro e i contro prima di aderire a una CER. È importante informarsi, fare ricerche e scegliere aziende affidabili per un’esperienza positiva e consapevole nel mondo dell’energia rinnovabile.

aggiornamento fotovoltaico ore 10.48

Related posts

Esempi concreti di Big Data nel settore energetico

Redazione Ore 12

Paesi che hanno raggiunto la parità energetica con le rinnovabili

Redazione Ore 12

  Agricoltura innovativa: la rivoluzione digitale del settore agricolo

Redazione Ore 12