Roma Capitale

Roma: in Campidoglio la XV edizione dello storico Premio Biagio Agnes

Ci tengo a ringraziare tutte le istituzioni che da sempre e costantemente sono al nostro fianco e ringrazio in particolar modo la presidente Metsola per la sua autorevole presenza al Premio. E’ fondamentale per la nostra Fondazione proseguire insieme alle istituzioni questo cammino, stimolando un dibattito maturo e mai fazioso“.

Queste le parole di Simona Sala, Presidente della Fondazione Biagio Agnes, in occasione della conferenza stampa per la presentazione della XV edizione dello storico “Premio Biagio Agnes”, svoltasi a Roma presso la sede Rai di Viale Mazzini, con la partecipazione di Roberto Sergio, Marcello Ciannamea, Simona Agnes, Gianni Letta, Alessandro Onorato, Mara Venier e Alberto Matano.

La XV edizione dello storico Premio, promosso dalla Fondazione Biagio Agnessi svolgerà venerdì 23 giugno, in piazza del Campidoglio a Roma, alla presenza della presidente del Parlamento europeo Roberta Metsola, la più giovane presidente del Parlamento europeo e terza donna alla guida dell’Eurocamera, che riceverà il Premio per le Istituzioni Europee.

La cerimonia di premiazione sarà condotta come da tradizione da Mara Venier e Alberto Matano che accoglieranno sul prestigioso palco alti rappresentanti delle istituzioni e i grandi professionisti dell’informazione, dello spettacolo e della cultura, alternando momenti di riflessione, di intrattenimento e di musica.

La serata televisiva andrà in onda il prossimo 4 luglio, in seconda serata, su Rai 1.

L’informazione è uno dei principali strumenti di democrazia per una comunità: il Premio Agnes prosegue con orgoglio la sua lunga storia, di impegno e di passione per un giornalismo credibile e accessibile a tutti – afferma Simona AgnesPresidente della Fondazione Biagio Agnes – Basta osservare la complessità dei fatti che accadono vicino e lontano da noi, sui quali occorre stimolare una riflessione. E noi vogliamo farlo premiando il lavoro di chi ogni giorno racconta la realtà con uno sguardo libero, profondo, attento“.

Pace, libertà, uguaglianza e giustizia sociale, come cardini della nostra comunità di cittadini europei, sono i valori al centro della XV edizione insieme al riconoscimento dei principi più autentici della corretta informazione e la valorizzazione dei suoi migliori rappresentanti.

“Il Premio Biagio Agnes” nasce nel 2009 per premiare chi crede in un giornalismo libero, rigoroso, puntuale e autorevole, principi che hanno regolato la vita privata e professionale di Biagio Agnesstorico direttore generale della Rai, a cui è dedicato il premio.

Nella giuria, presieduta da Gianni Letta: Giulio Anselmi, Alberto Barachini, Carlo Bartoli, Stefano Folli, Luciano Fontana, Luigi Gubitosi, Paolo Liguori, Pierluigi Magnaschi, Giuseppe Marra, Massimo Martinelli, Antonio Martusciello, Agnese Pini, Antonio Polito, Aurelio Regina, Danda Santini, Roberto Sergio, Marcello Sorgi, Fabio Tamburini, Mons. Dario Edoardo Viganò.

Tra i premiati molte professioniste, un riconoscimento al talento e all’impegno delle donne.

Per il racconto “sul campo” e la testimonianza lucida e dolorosa del disastroso conflitto tra Ucraina e Russia, gli inviati Stefania Battistini del Tg1, e Lorenzo Cremonesi del Corriere della Sera, riceveranno il Premio Reporter di guerra, mentre a Francesca Paci, cronista de La Stampa, impegnata nel racconto della lotta delle donne iraniane per la libertà e il riconoscimento dei diritti, sarà consegnato il Premio Carta Stampata.

Fiorello, il grande mattatore,  riceverà il Premio per la Televisione per Viva Rai 2! il morning show diventato un vero e proprio “cult” dai numeri record.

Alla fiction “Mare fuori,  targato Rai e Rai Play, che tanto successo ha riscosso tra i più giovani, andrà il Premio Generazione Streaming.

Il Premio Fiction andrà a Il nostro generale, la serie televisiva, in onda su Rai1, interpretata da Sergio Castellitto e dedicata al ricordo del generale Dalla Chiesa a quarant’anni dal suo assassinio a opera della mafia, mentre il Premio Cinema sarà consegnato al regista Pupi Avati per il film “Dante, un appassionato ritratto del grande poeta.

Per il Premio Saggista e Scrittore salirà sul palco il giurista Sabino Cassese, premiato per la pubblicazione “Amministrare la nazione. La crisi della burocrazia e i suoi rimedi” sui fattori di crisi e i possibili rimedi della macchina amministrativa e per la sua capacità di rendere la scienza alla portata di tutti con chiarezza e rigore.

La giornalista del Corriere della Sera Margherita De Bac si aggiudica il Premio per la Divulgazione Scientifica.

Il Premio Generazione Podcast e il Premio per la Radio saranno assegnati rispettivamente a Cecilia Sala, giornalista Il Foglio, Chora Mediaper il suo quotidiano racconto di una parte di mondo attraverso le sue “Stories” e a Voci in Barcaccia. Largo ai giovani!, format di Rai Radio 3 condotto da Enrico Stinchelli e Michele Suozzo che offre ai giovani la possibilità di far conoscere le loro doti canore in campo lirico. Infine Silvia Boccardi di Will Media riceverà il Premio Generazione Digitale, promosso dal dipartimento per l’informazione e l’editoria della Presidenza del Consiglio dei Ministri.

Anche quest’anno la serata di premiazione sarà preceduta, la mattina di venerdì 23 giugno in Campidoglio, nella Sala Pietro da Cortona, da un incontro “Viaggio nel giornalismo del nostro tempo tra corretta informazione e fake news”, nel corso del quale saranno analizzate le criticità che riguardano l’informazione di oggi, provando a delineare sfide e nuove opportunità.

Le fake news continuano a essere subdole e pericolose, proprio perché minano la consapevolezza del cittadino e quindi la sua libertà. Per questo è necessario contrastarle in una battaglia che può essere vinta solo con un giornalismo di fonti e notizie, nel rispetto dei principi deontologici. L’incontro, moderato dalla giornalista e conduttrice Laura Chimenti, sarà aperto dall’Assessore ai Grandi Eventi, Sport, Turismo e Moda Alessandro Onorato e vedrà la presenza del giurista Sabino Cassese, del direttore de “Il Messaggero” Massimo Martinelli, della giornalista del Tg1 Stefania Battistini, della giornalista del “Corriere della Sera” Margherita De Bac, con la partecipazione di Gigi Marzullo.

Come da tradizione, la Fondazione Biagio Agnes assegna una Borsa di studio al primo classificato in graduatoria della Scuola Superiore di Giornalismo dell’Università Luiss di Roma.

Related posts

OSTIA – CODICE ROSSO – UOMO ARRESTATO DAI CARABINIERI GRAVEMENTE INDIZIATO PER IL REATO DI ATTI PERSECUTORI.

Redazione Ore 12

Colosseo, controlli antidegrado dei Carabinieri. Denunce e sanzioni

Redazione Ore 12

Ucciso con uno schiaffo a Roma, arrestato il vicino di casa

Redazione Ore 12