Roma Capitale

soggetti particolarmente vulnerabili e a rischio di esclusione sociale.

“L’alta formazione professionale rappresenta – spiega l’assessore Schiboni – la sfida del presente. Il nostro obiettivo è rendere la regione Lazio un modello all’insegna della qualità del proprio sistema di formazione professionale. Istruzione e mondo del lavoro devono camminare di pari passo con uno sguardo attento ai talenti e alle persone più fragili. Solo in questo modo daremo risposte concrete al sistema lavoro rendendolo più competitivo, alle famiglie ed ai giovani che intendano prendere per mano il proprio futuro”.

“Promuoviamo un laboratorio di alta formazione per potenziare competenze legate alla cittadinanza europea, focalizzandoci sull’inclusione sociale. L’obiettivo è abilitare nuove professionalità per affrontare le sfide europee nelle Pubbliche Amministrazioni e negli enti locali attraverso la digitalizzazione e l’intelligenza artificiale – aggiunge l’assessore Maselli – Le attività formative mirano a includere giovani e adulti residenti nel Lazio, con un’attenzione speciale a percorsi per individui vulnerabili a rischio di esclusione sociale”.

Related posts

Ciani (Demos): “Valorizzare l’archivio storico capitolino”

Redazione Ore 12

Via libera al progetto di teleassistenza di Roma Capitale per i malati di Parkinson

Redazione Ore 12

La Cgil avverte Gualtieri: “Rispetti gli impegni con la comunità Lgbtq+”

Redazione Ore 12