Imprese e Sindacato

Aerei biposto elettrici ed a decollo verticale, United Airlines ne fa incetta

Lo riporta la pubblicazione on line Intelligent Aerospace la quale sottolinea che la startup Archer ha ricevuto investimenti da United Airlines e Stellantis, citando un articolo di  Timothy B. Lee per Ars Technica.

In particolare il servizio da Palo Alto in California, spiega che il successo dei droni elettrici senza equipaggio negli ultimi due decenni ha indotto molti esperti a chiedersi se tecniche di costruzione simili a quelle usate nei droni, possano venir impiegate per creare piccoli aerei elettrici per il trasporto di persone.

Ma ormai i tempi sono maturi e secondo la compagnia, il primo aereo di Archer dovrebbe venir consegnato nel 2024. Il veicolo avrà una  un’autonomia di circa 60 miglia con una velocità massima di 150 miglia ora ( circa 250 Km). United Airlines potrebbe utilizzare l’eVTOL, il veicolo a decollo verticale elettrico, per fare brevi gite dagli aeroporti più grandi a quelli più piccoli, come San Francisco a Palo Alto, o per far volare i clienti da un’area di parcheggio vicina all’aeroporto. “È davvero incredibile pensare a quanto possa essere grande questo mercato”, ha detto il co-fondatore e co-CEO di Archer Adam Goldstein. “La partnership con la United ci dà davvero la possibilità di arrivare primi sul mercato e ci aiuta davvero ad accelerare la nostra sequenza temporale”.

“Lavorando con Archer, United sta dimostrando all’industria aeronautica che ora è il momento di adottare modalità di trasporto più pulite ed efficienti”, ha detto il CEO di United Scott Kirby in un comunicato che annuncia la Archer SPAC.

Related posts

Dieselgate, class action Altroconsumo: Wolkswagen condannata a risarcire consumatori in Italia

Redazione Ore 12

Imprenditoria e artigianato: al via progetto Esteem per sostenere presenza femminile nel settore

Redazione Ore 12

Cgil contro Confindustria sui licenziamenti: “Inaccettabile la loro posizione”

Redazione Ore 12