Cronaca

Aerei e navi alla Colombia, raffica di indagati, tra questi D’Alema e Profumo

Otto persone risultano indagate dalla procura di Napoli nell’ambito di un’inchiesta sulla vendita al governo della Colombia di navi e aerei militari.Tra queste figurano l’ex presidente del Consiglio Massimo D’Alema, l’ex Ad di Leonardo Alessandro Profumo Giuseppe Giordo, ex direttore generale della divisione Navi Militari di Fincantieri. Le indagini sono state svolte dalla polizia di Stato di Napoli che ha eseguito perquisizioni nei loro confronti. Contestato il reato di corruzione internazionale aggravata.  L’obiettivo è fare luce su un’iniziativa economica commerciale, dal valore di oltre 4 miliardi di euro, di vendita al governo della Colombia di prodotti Leonardo – in particolare aerei M 346 – e Fincantieri – corvette, piccoli sommergibili e allestimento cantieri navali. Tra gli indagati anche due soggetti che operavano come consulenti per la cooperazione internazionale del ministero degli Esteri della Colombia. Tramite una terza persona, i due sarebbero riusciti ad avere contatti con Massimo D’Alema, il quale “per il curriculum di incarichi anche di rilievo internazionale rivestiti nel tempo si poneva quale mediatore informale nei rapporti con i vertici delle società italiane, ossia Alessandro Profumo quale amministratore delegato di Leonardo e Giuseppe Giordo quale direttore generale della divisione Navi Militari di Fincantieri”, si legge nel decreto di perquisizione. Per ottenere la conclusione degli accordi sarebbero stati offerti o promessi il corrispettivo illecito della somma di 40 milioni di euro (metà della somma – 80 milioni – pari al 2% del valore complessivo della commessa) a persone che “svolgevano funzioni e attività corrispondenti a quelle dei pubblici ufficiali e degli incaricati di pubblico servizio presso le autorità politiche, amministrative e militari della Colombia”. Tra queste figurano “Edgardo Fierro Flores, nella sua qualità di Capo del gruppo di lavoro per la presentazione di opportunità in Colombia, Marta Lucia Ramirez, quale ministro degli Esteri e vicepresidente della Colombia, German Monroy Ramirez e Francisco Joya Prieto, quali delegati della commissione del Senato della Colombia” e altri in corso di identificazione.

Dire

Related posts

Denise Pipitone, i Ris cercano in una casa tracce della bambina

Redazione Ore 12

Fini e la casa a Montecarlo, parla il legale: “E’ sereno e ha fiducia nelle istituzioni”

Redazione Ore 12

Scovata dalle Fiamme Gialle a Bologna una maga-cartomante che ha sottratto al fisco 1 milione di euro in sei anni

Redazione Ore 12