Roma Capitale

Esquilino, identificato e denunciato dai Carabinieri un giovane senza fissa dimora accusato di aver dato fuoco a un camper

I Carabinieri della Stazione di Roma Aventino, su delega della Procura della Repubblica di Roma, hanno notificato un’ordinanza di custodia cautelare in carcere, emessa dal Gip del Tribunale di Roma, ad un 29enne, italiano, senza fissa dimora e con diversi precedenti penali, già detenuto in carcere per altra causa, perché gravemente indiziato di essere l’autore dell’incendio di un camper avvenuto il 20 maggio scorso in Largo G.B. Marzi. L’attività investigativa condotta dai Carabinieri della Stazione Aventino e coordinata dalla Procura della Repubblica di Roma, ha consentito sin da subito di raccogliere gravi indizi di colpevolezza nei confronti dell’indagato che sarebbe stato visto in pieno giorno cospargere di liquido infiammabile e dare fuoco al camper dagli stessi proprietari. Al momento non si conoscono i motivi del gesto ma sono da ricondurre a futili motivi.

Related posts

Spaccio di droga, arrestati dai Carabinieri della Compagna San Pietro quattro nigeriani. Sequestrati due chili di eroina

Redazione Ore 12

Maltrattamenti in famiglia, nuovo arresto dei Carabinieri grazie al ‘Codice Rosso’

Redazione Ore 12

Scuole, occupazioni degli studenti anche nelle periferie

Redazione Ore 12