Roma Capitale

Guidonia Montecelio: diventa Green la struttura dell’infanzia “The Giving Tree”

Grande novità per “The Giving Tree”, la scuola per l’infanzia gestita dalla cooperativa Kairos che opera da circa dieci anni a Colleverde di Guidonia Montecelio (Roma). Dopo circa un anno di lavori, affidati alla società Operae, la struttura è ora dotata di pannelli solari e fotovoltaici che la rendono autosufficiente dal punto di vista energetico, azzerando completamente le emissioni di anidride carbonica. Un’iniziativa accolta con favore dalle famiglie del centinaio di bambini che frequentano l’Asilo nido, la Sezione Primavera e la Scuola dell’Infanzia paritaria mattutina e pomeridiana. Il completamento dei lavori è stato presentato oggi in una conferenza stampa presso la struttura di via Monte Rosa, a cui hanno partecipato il sindaco di Guidonia Montecelio, Mauro Lombardo, il presidente di Kairos, Alessandro Capponi, la coordinatrice pedagogica, Marzia Marini, e l’amministratore delegato della società Operae, Alessandro Sabbatini.

“Condivido con piacere la scelta della cooperativa Kairos di far diventare completamente green e sostenibile questa scuola, che da ormai quasi un decennio è al servizio della collettività di Colleverde”, commenta il sindaco Mauro Lombardo. “Oltre a ridurre l’inquinamento e l’impatto ambientale, il ricorso all’energia solare consente anche importanti risparmi dal punto di vista economico, in una fase storica che ci impone di evitare sprechi nei consumi energetici. I tanti bambini che frequentano oggi e che frequenteranno anche in futuro questa scuola potranno così imparare l’importanza del rispetto dell’ambiente”.

I lavori di ristrutturazione della scuola “The Giving Tree” hanno riguardato l’installazione di un impianto solare dotato di 22 pannelli fotovoltaici, in aggiunta ad altri 36 pannelli già presenti, delle relative batterie di ricarica e di un sistema di monitoraggio del sistema. Questo impianto ha ora una capacità totale di produzione fotovoltaica su base annuale di quasi 20mila kWh. Sono stati anche installati 4 pannelli solari termici, in grado di garantire acqua calda sanitaria all’intero edificio in completa autonomia per i periodi primavera-estate, mentre nel periodo autunno-inverno a loro supporto sarà attivata una pompa di calore elettrica. Il riscaldamento è stato realizzato a pavimentazione radiante, che produce un ottimo clima riducendo notevolmente il consumo energetico. La struttura della scuola è stata anche dotata di un sistema di “building automation” per la misurazione e contabilizzazione energetica, di pannelli per l’isolamento termico, di nuovi infissi in pvc con vetrocamera e di avvolgibili motorizzati per la schermatura solare.

“Con il completamento di questi lavori, nel 2023 celebreremo i primi dieci anni di attività della nostra scuola per l’infanzia, che ha sempre avuto una vocazione per l’outdoor education e per la salvaguardia dell’ambiente, oltre ad un programma formativo internazionale grazie alla presenza di educatori ed insegnanti anche di madre lingua inglese e francese”, ha sottolineato il presidente Capponi. “Siamo orgogliosi che, con l’installazione degli impianti solare e fotovoltaico, oggi questa scuola sia quasi totalmente autosufficiente dal punto di vista energetico, azzerando anche le emissioni inquinanti”. La cooperativa Kairos gestisce attualmente 46 sedi scolastiche in diverse regioni italiane, che ospitano in particolare un centro di formazione professionale, due istituti comprensivi paritari (fino alla scuola secondaria di primo grado), un convitto, due doposcuola, sette scuole dell’infanzia e quaranta asili nido, per un totale di oltre 1.800 iscritti. Ulteriori informazioni su www.kairoscuola.it.

 

 

Related posts

Covid-19, Roma, Nuova Sair: per vaccinazione a detenuti Rebibbia in campo 50 infermieri e 13 Oss

Redazione Ore 12

Cuccioli appena nati abbandonati in un bosco di Rocca Santo Stefano. 56enne denunciato dai Carabinieri

Redazione Ore 12

Musei capitolini, ricomposta la mano del Colosso di Costantino

Redazione Ore 12