Cronaca

Manager 50enne arrestato per violenza sessuale su una ragazza di 21 anni

(Red) I militari dell’Arma dei Carabinieri hanno arrestato per violenza sessuale aggravata, sequestro di persona e lesioni personali aggravate un 50enne, amministratore unico di una nota azienda farmaceutica milanese. Le indagini dei militari sono iniziate lo scorso 28 marzo a seguito della denuncia fatta da una studentessa di 21 anni, che aveva raccontato di essere stata invitata dall’uomo a un incontro di lavoro per uno stage e di aver perso completamente i sensi dopo aver bevuto un caffè. Nel corso della perquisizione in casa dell’uomo erano state trovate, nascoste in una nicchia a scomparsa della cucina, due confezioni di «Bromazepam», un ansiolitico della famiglia delle benzodiazepine, probabilmente utilizzato per stordire la giovane donna. A portare a compimento l’arresto sono gli uomini del Nucleo Operativo della Compagnia Milano Porta Monforte dei carabinieri. Gli stessi che dopo articolate attività d’indagine, coordinate dal Dipartimento Tutela della famiglia, dei minori e di altri soggetti deboli della Procura della Repubblica di Milano, procuratore aggiunto Letizia Mannella e sostituto procuratore Alessia Menegazzo, hanno ricostruito il quadro della violenza sessuale. E ora temono che possa trattarsi di un seriale o, che il caso della 21enne non sia un caso isolato, ma solo la punta di un iceberg.

Related posts

Dispersi sul Velino, domani le ricerche a quota 1800 metri

Redazione Ore 12

Bimbo morto a Città della Pieve, fermata per omicidio la madre

Redazione Ore 12

Frode sulle mascherine anti-Covid arresti e sequestro milionario nella Capitale

Redazione Ore 12